Agrosopazio, iniziativa visionaria. L’assessore regionale Fabiani

coltivare_spazioSPERLONGA –  Lo sviluppo di tecnologie che permettano coltivazioni agricole in un contesto spaziale e le conseguenti ricadute e possibili applicazioni in ambito terrestre è stato il tema portante del 6 Convegno Internazionale «AgroSpazio», che si è chiuso oggi a Sperlonga e organizzato da Federlazio e Aero Sekur, in collaborazione con l’Agenzia spaziale tedesca (Dlr) e con l’Università di Tucson in Arizona (Usa), oltre che con il contributo della Regione Lazio e della Camera di Commercio di Latina. Alla prima giornata del convegno era presente anche l’assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive del Lazio, Guido Fabiani, entusiasta di quest’iniziativa «di straordinaria suggestione, che potrebbe sembrare visionaria, ma che ha mostrato di essere molto coraggiosa e che ha avuto il merito di raccogliere i contributi di molti e prestigiosi rappresentanti del mondo scientifico e imprenditoriale». L’obiettivo degli incontri che si tengono dal 2004 è quello di studiare nuove strategie per unire il settore agroalimentare e quello spaziale portando avanti anche una ricerca sulla sostenibilità ambientale, sulla produzione di energie rinnovabili e sulla tutela della salute. E secondo Fabiani, l’AgroSpazio presenta «specifici profili di interesse per la Regione in quanto va a toccare tre tematiche che costituiscono altrettante importanti linee d’intervento dell’azione regionale»: l’innovazione, l’internazionalizzazione e l’aerospazio. Al termine del suo intervento l’assessore ha incontrato i rappresentanti della comunità scientifica e imprenditoriale del settore aerospaziale presenti al convegno auspicando che si organizzi un’edizione speciale in contemporanea con l’Expo di Milano del 2015.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto