Al lido di Latina, operatori balneari sul piede di guerra

maltempo mare

LATINA – Operatori balneari sul piede di guerra. Al lido di Latina gli addetti del settore dichiarano in una nota inviata al sindaco Di Giorgi “che nessuno smonterà il proprio stabilimento e invitano il primo cittadino a trovare una soluzione ponte per superare la gravissima situazione”. Al centro della polemica, oltre al meteo inclemente, c’è l’erosione, i cantieri aperti, il ripascimento incompleto e anche una dura riflessione sul Piano di utilizzazione degli arenili. Fattori che hanno compromesso la stagione. Intanto Fipe e Sib, i due sindacati aderenti a Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Latina, propongono la proroga della stagione balneare per il Lido di Latina per tutto il mese di ottobre. “Se concessa, la proroga – si legge– potrebbe far recuperare giornate di mare perse nei mesi precedenti, permettendo agli operatori del settore e alle strutture turistico-ricettive collegate, di “salvare” una stagione altrimenti disastrosa”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto