Coldiretti, piattaforma sul prezzo del latte ma resta lo stato di agitazione

Vertenza latte

Vertenza latte

LATINA – Coldiretti di Latina e Frosinone soddisfatte per l’esito dell’incontro di lunedì scorso avvenuto in Regione Lazio per il prezzo del latte. “Esprimiamo apprezzamento per l’esito della riunione ma, tuttavia – spiega Saverio Viola, direttore delle Federazioni di Frosinone e Latina – resta aperto lo stato di agitazione della nostra organizzazione. Siamo pronti a dare il via a un “democratico momento di protesta” qualora agli accordi presi e agli impegni assunti non facciano seguito fatti concreti di vero rilancio del settore e soprattutto di azioni che permettano di garantire ai produttori un prezzo equo alla stalla e la competitività delle loro aziende”.

Intanto il primo risultato vero per Coldiretti è quello di aver fatto riaprire una trattativa che sembrava andare, ancora una volta, a penalizzare gli imprenditori agricoli. “Per questo esprimo vero apprezzamento- ha detto Viola – per la riapertura delle trattative e per lo sforzo compiuto dall’assessore Sonia Ricci nel concertare e condividere la stesura di una piattaforma di interventi per il settore zootecnico laziale da portare all’attenzione del Ministro Martina. Sulla stesura di questa piattaforma – ha aggiunto il direttore Viola – Coldiretti intende non solo fornire il proprio contributo all’elaborazione del documento ma soprattutto vigilare affinché quanto si andrà a decidere si trasformi velocemente in: un prezzo equo per i produttori, un contenimento dei costi di produzione e soprattutto una valorizzazione della qualità del latte laziale e dell’identità del territorio che lo produce anche in funzione della relativa domanda da parte dei consumatori”. Altra notizia positiva – hanno sottolineato i presidenti di Coldiretti Latina e Frosinone, Carlo Crocetti e Vinicio Savone, entrambi allevatori – la presenza al tavolo del latte dell’industria di trasformazione che ha saputo aprirsi alle esigenze dei produttori e delle associazioni che li rappresentano.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto