le dimissioni della senatrice simeoni

“Lascio perché il Movimento libero non esiste più”

Troppi buchi nelle fondamenta di questa casa

ivana

LATINA  – “Ho coltivato l’ideale di una società democratica e libera in cui tutte le persone vivono in armonia e con pari opportunità, un’ideale per cui voglio vivere e che voglio cercare di raggiungere”. Con le parole di Nelson Mandela, che  – spiega – l’hanno sempre ispirata, si è aperto il 17 febbraio il discorso della senatrice pontina del M5 Stelle, Ivana Simeoni nell’Aula del Senato in occasione della 392° seduta, per motivare le sue dimissioni (date il 14 dicembre e respinte  dall’Aula come quelle del collega Giuseppe Vacciano).

“Ho deciso di dimettermi perché troppi degli ideali che ci indicavano la strada sono stati messi da parte e non si sa più quale sia il traguardo. Ho creduto al progetto, ma il venire meno di troppi elementi fondamentali mi ha fatto capire che siamo andati troppo oltre… Questa casa la stiamo costruendo con troppi buchi nelle fondamenta. Voglio pensare che questo mio gesto serva a cambiare qualcosa. Lascio con sofferenza”, conclude la senatrice che citando Calamandrei inneggia al movimento libero, che evidentemente non c’è più (o non c’è mai stato).

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto