contro i licenziamenti

A Cisterna i privati “adottano” uno spazio verde cittadino

L'obiettivo: mantenere rotatorie e aree verdi in modo più ordinato e accogliente

 

rotatoria_Doganella_mdCISTERNA – “Un modo semplice ma efficace per prendersi cura in prima persona della città, di promuoverne l’immagine di un centro curato e accogliente, ma anche di promuovere l’economia locale” con queste parole il sindaco di Cisterna Eleonora Della Penna, ha presentato ai cittadini l’iniziativa “Adotta il verde”.

Il progetto permette ai privati di “adottare”, attraverso un bando (pubblicato a giorni) e un successivo contratto di sponsorizzazione, uno spazio verde cittadino individuato dall’amministrazione comunale. Si tratta di rotatorie stradali e aree verdi che, come controparte, assicureranno allo sponsor una elevata visibilità oltre al riconoscimento pubblico del contributo e della cura per il decoro offerti alla comunità in cui opera. Lo sponsor, infatti, potrà installare cartelli, conformi per dimensioni e colori a quanto stabilito nel bando, nelle aree “adottate” ricevendo quindi un ritorno di immagine.

Cinque le rotatorie individuate e precisamente quella in Via Aldo Moro, in Via Giovani Vittime della Strada, in Via Dante Alighieri, in Via Provinciale per Latina, e a Doganella di Ninfa. A queste si aggiungono tutte le aiuole situate su Corso della Repubblica. Allo sponsor si chiederà di effettuare, a proprie cure e spese, la manutenzione per quattro anni delle aree assegnate effettuando le opere di sistemazione e di manutenzione secondo un “Programma manutentivo minimo”. Le alberature delle rotonde dovranno essere unicamente con ulivi, mentre per le aiuole lungo Corso della Repubblica, la commissione esaminatrice valuterà il progetto più idoneo da allestire in modo unitario. Inoltre, i titolari delle attività prospicienti alle aiuole interessate dalla sponsorizzazione avranno priorità nell’assegnazione.

Per informazioni è possibile contattare il servizio SUAP tel. 06.96834227 email s.riggi@comune.cisterna.latina.it

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto