dati inps

Lavoro: migliora l’occupazione nel Lazio rispetto al trend nazionale

Zingaretti. "Il Lazio sta cambiando, si sta per chiudere la stagione della crisi e delle difficoltà”

donne-e-lavoroLATINA – Buone notizie sul fronte dell’occupazione nel Lazio e di conseguenza nella provincia pontina, con un aumento del 41 per cento dei contratti a tempo indeterminato nel primo semestre del 2015 rispetto allo stesso periodo del 2014, per un totale di 110.345 contratti, mentre la crescita a livello nazionale risulta del +36%.

Sono i dati diffusi nel pomeriggio dall’Inps che mostrano la crescita nella Regione dell’8,2% delle assunzioni totali, (323.379 comprese quelle a termine e di apprendistato) rispetto al primo semestre del 2014 a fronte di 260.466 cessazioni (-4,5% rispetto al primo semestre del 2014). Il saldo è positivo per 62.913 unità di cui +27.511 a tempo indeterminato. Sempre nel primo semestre del 2015 si sono verificate 82.834 cessazioni di contratti a tempo indeterminato (+ 0,1% rispetto al 2014, a fronte del +1,9% registrato in Italia).

“I dati diffusi oggi dall’Inps – commenta il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – certificano la crescita del nostro Paese e sottolineano il risultato straordinario ottenuto nella nostra regione che vede un notevole incremento dei contratti a tempo indeterminato e delle assunzioni totali rispetto al 2014 e al 2013. L’aumento dei contratti a tempo indeterminato evidenzia un andamento superiore a quello nazionale e per noi si tratta di un traguardo importante e prezioso perché sottolinea il miglioramento della qualità dell’occupazione. E’ un ulteriore segno che il Lazio sta cambiando, mettendo in campo risorse e strategie per chiudere definitivamente la stagione della crisi e delle difficoltà”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto