le indagini

Rapina nella villa di Superti, caccia ad una banda di stranieri

I carabinieri indagano dopo l'aggressione

villa penelopeCIRCEO – Un’esperienza da incubo, momenti difficili da dimenticare quelli vissuti nella notte tra lunedì e martedì da Gialuigi Superti il proprietario del Circeo Park hotel vittima di una rapina nella sua villa nella zona del  porto di San Felice. Rientrava a casa quando si è trovato davanti i banditi che gli hanno legato i polsi con del nastro adesivo , lo hanno imbavagliato e poi picchiato per spaventarlo e farsi consegnare soldi e gioielli, ma in casa non c’era nulla o quasi e i rapinatori alla fine sono fuggiti con il portafogli dell’imprenditore. Una volta  rimasto solo Superti ha avuto la forza di uscire da casa, le mani ancora legate, e chiedere aiuto. E’ stato lui stesso a chiamare i carabinieri dal telefono di  Villa Penelope, l’altra struttura ricettiva da lui gestita, poco distante da casa. Le indagini proseguono per trovare gli autori della rapina, una banda di stranieri.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto