l'iniziativa

Gli operai ex Avio in presidio sull’Appia preparano la class action chiamando a raccolta gli ex Goodyear passati in Meccano

L'iniziativa sarà illustrata in un'assemblea in programma giovedì 31 marzo a Palazzo Caetani

meccano

CISTERNA – Gli ex Good Year passati alla Meccano Aeronautica con un’operazione proposta come salvifica e poi fallita, preparano una class action. L’iniziativa è promossa dai lavoratori licenziati dall’Avio Interiors riuniti in presidio permanente fuori dai cancelli dell’azienda sull’Appia a Latina Scalo da quasi due anni.

Il primo appuntamento è per giovedì 31 marzo alle 18 nell’aula magna di Palazzo Caetani a Cisterna dove è in programma un’assemblea per parlare dell’azione collettiva da avviare. Sono invitati tutti gli operai passati dalla multinazionale della gomma alla nuova società di componentistica aeronautica, la Meccano, appunto,  con un accordo che prevedeva, fra l’altro, da parte loro, la rinuncia alla liquidazione come compartecipazione all’avvio della nuova impresa. Prevedeva quell’accordo, finanziato con fondi pubblici, anche un “premio” (molti milioni di euro per la bonifica del sito) per gli imprenditori che si erano assunti il compito di fondare una nuova azienda e riassumere i lavoratori. La storia industriale di questa provincia ci ha poi raccontato altro: l’iniziativa infatti fallì e il sito è tutt’ora abbandonato. Gli operai sono rimasti senza liquidazione e senza lavoro.

A distanza di molti anni gli animi di chi aveva creduto nell’iniziativa non si sono affatto placati ed è  per questo che il presidio Aviointerios lancia agli ex Goodyear poi ex Meccano (e ora ex Avio) “sia che si trovino o in pensione o ancora in attività” l’idea di  preparare la più grande Class Action della provincia di Latina: operai contro imprenditore.
L’ assemblea  – spiegano ancora gli operai – sarà tenuta da un pool di avvocati che illustreranno l’operazione in vista di un possibile futuro risarcimento per i lavoratori. “Molto di più e in dettaglio verrà spiegato giovedì 31 marzo nel corso dell’assemblea – recita l’invito pubblicato su Fb – Non mancate e passate parola in modo che ci siano tutti gli operai coinvolti, in modo che possano ascoltare per sapere”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto