il 31 luglio

Rossini visto da Vittorio Emiliani e Gabriele Lavia

Chiusura di Festival con le letture dall'epistolario del musicista pesarese

 

PRIVERNO – Domenica 31 luglio a Fossanova alle ore 21 il Festival si chiude nel nome di Rossini. La serata si intitola Pensa alla Patria. Gioachino Rossini, musicista, fra Rivoluzione e Restaurazione,  Vittorio Emiliani (giornalista, saggista, autore della vasta biografia Il furore e il silenzio. Vite di Gioachino Rossini) e l’attore Lorenzo Lavia, figlio d’arte, leggeranno alcuni passi dall’epistolario del musicista pesarese, mentre un quartetto di giovani musicisti – formato da Cesare Zanfini e Caterina Coco violini, Dagmar Bathmann violoncello e Angel Luis Martínez Pérez contrabbasso – eseguirà le Sonate a Quattro. Lo spettacolo prende spunto dal fiasco clamoroso del Barbiere di Siviglia avvenuto duecento anni fa, il 20 febbraio 1816, al Teatro Argentina di Roma, e ripercorre le tappe salienti di una carriera inimitabile, alla scoperta del Rossini giovane figlio che si affaccia timidamente nel mondo della musica lirica, fino al silenzio che ha caratterizzato la sua vita, all’indomani del trionfo del Guillaume Tell a Parigi, nel 1829, ad appena trentasette anni.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto