superlega

Trento strapazza Latina, finisce 3-0

Brutta prestazione per la Top Volley

latina-modena-4LATINA – Di Arianna Salpietro

La Top Volley Latina torna sul campo della Diatec per recuperare la quarta giornata di SuperLega UnipolSai, una brutta prestazione per la formazione pontina che torna a casa senza punti, 3-0 (25-22, 25-16, 25-14) al PalaTrento nonostante un inizio equilibrato e ben giocato. Angelo Lorenzetti schiera Giannelli al palleggio, Nelli nel ruolo di opposto e Antonov in quello di schiacciatore da mettere in diagonale a Urnat, Solé e Mazzone al centro, Colaci libero. Latina risponde con Sottile in regia, Strugar opposto (Fei resta in panchina senza aver svolto nemmeno il riscaldamento), Maruotti e Penchev schiacciatori, Rossi e Gitto centrali, Fanuli libero.
Primo set equilibrato poi Latina in questo primo fondamentale dimostra la sua forza (7-9), Trento intanto mette a segno il 10 pari con Solè nella sua 100esima presenza. Ace dello schiacciatore bulgaro Penchev  su Colaci portando Latina a +2. Dopo l’attacco vincente del capitano Maruotti arriva il time out per Lorenzetti e Trento si rimette in carreggiata con Nelli che pareggia i conti (15-15). Bravo Fanuli che fa bene il suo lavoro, va anche in palleggio ma Antonov sulla regia di Giannelli recupera lo svantaggio che per la formazione di casa stava diventando importante. Sul 18 pari Urnaut trova mani fuori ai danni del muro di Gitto ma lottano i pontini in questo primo set. Colaci contiene la battuta di Penchev permettendo a Giannelli di alzare un altro attacco vincente per Antonov (21-20). Dopo una bell’azione prolungata Latina pareggia il risultato mandando Gitto al servizio, si gioca sino all’ultimo respiro. Trento riporta il set dalla sua parte, intanto entra Klinkenberg  su Penchev, l’opposto pontino Strugar sbaglia l’attacco sul 24-22 poi è Trento a chiudere con Oleg Antonov per 25-22 nonostante Latina abbia tenuto duro cedendo solo verso la fine, rabbia sul volto di Sottile.
1-0 per Trento dopo un primo set ben giocato, Giannelli di seconda intenzione segna il primo punto di inizio secondo set, dopo il 5 pari Maruotti trascina i suoi. L’ex Urnaut viene bloccato dal muro di Rossi, uno dei migliori giocatori a muro del campionato assieme a Mazzone, Latina si porta avanti +1. Altro avvio equilibrato così come il primo parziale, 10 pari. Trento si porta avanti +3 poi scappa la formazione di casa con l’ace di Nelli (17-12) e Nacci richiama i suoi. Di ritorno sul campo Nelli si ripete, altri due ace consecutivi (19-12) si allunga Trento con il primo tempo vincente dell’argentino Solè, +9 (23-14). Primo set ball annullato dai pontini ma non basta chiudono il secondo parziale i gialloblù con il servizio out di Strugar 25-16.
Nelli spacca il secondo set con Latina che sbaglia al servizio e resiste poco. 5-1 per Trento nel terzo parziale con l’ultimo punto di Urnaut , Nacci ferma il tempo. Sottile vuole recuperare ma i trentini volano a 7-4. Il muro di Mazzone blocca Maruotti nonostante l’ottima difesa di Gitto (9-5) poi arriva la pipe di Urnaut che doppia il punteggio. Sottile si affida a Rossi poi Urnaut commette fallo d’invasione ed è un altro punto per i laziali ancora in svantaggio (11-8). Tanti errori per i pontini, Penchev  prende l’asta in attacco e Nacci rimprovera i suoi. Di nuovo Latina doppiata, non trova il ritmo giusto dopo metà del secondo set, si ritrova a 18-9. Inarrestabile Nelli che torna dai nove metri per altri due ace consecutivi, valgono il match point 24-14, sorride Lorenzetti, poi chiude Antonov per 25-14. 3-0 su Latina, il tecnico pontino Nacci si difende “noi volevamo fare quello che siamo riusciti a fare nel primo set. Poi abbiamo subito le loro battute come era successo con Civitanova e Modena. Adesso dobbiamo pensare alle prossime gare dove dobbiamo fare punti. Volevamo forzare la battuta e angolarla per non colpire Colaci, ma non ci siamo riusciti”. Tour de force per la Top Volley Latina che giocherà sabato in trasferta per la sesta giornata contro Monza poi domenica sfida casalinga al PalaBianchini che ospiterà Exprivia Molfetta.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto