Il provvedimento

Inchiesta Metro, i beni di Zaccheo e degli altri indagati restano sequestrati

Il gip Giuseppe Cario ha sciolto la riserva, sotto chiave un valore di 3,5 milioni di euro

Il gip Giuseppe Cario

LATINA – Il giudice del Tribunale di Latina Giuseppe Cario questa mattina ha sciolto la riserva e ha convalidato il sequestro dei beni per un valore di 3,5 milioni di euro appartenenti all’ex sindaco di Latina Vincenzo Zaccheo e agli altri 9 indagati nell’inchiesta sulla metro. Il termine per la decisione scadeva oggi dopo che il pubblico ministero Cristina Pigozzo con un decreto d’urgenza aveva chiesto il sequestro  di beni e conti correnti nei confronti degli indagati che sono accusati di truffa.  Secondo il magistrato fu illegittimo il pagamento da parte del Comune, allora guidato dallo stesso Zaccheo, dei vagoni dell’infrastruttura fantasma.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto