il 14 aprile

A Sezze torna la Passione: in ottocento per la sacra rappresentazione

Venerdì Santo la processione nelle vie del centro storico

SEZZE –  La Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo di Sezze sfilerà Venerdì Santo per le vie del centro storico della cittadina lepina rinnovando un’antichissima tradizione. Ottocento cittadini saranno attori e figuranti, personaggi principali e secondari della Via Crucis di Gesù, rappresentando 42 Quadri del Vecchio e Nuovo Testamento, con costumi e armature. Si parte alle 20,30  da Piazza San Pietro, nel centro di Sezze. Una grande macchina organizzativa, che lavora da mesi e composta da tante figure, molti giovani, impegnati nelle varie attività protese soprattutto alla cura del grande patrimonio culturale, fatto di costumi, armature e oggetti della Rappresentazione.

L’evento è organizzato dall’Associazione della Passione di Cristo di Sezze in collaborazione con il Comune di Sezze, ed è sostenuto dalla Regione Lazio, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Senato della Repubblica,
La direzione artistica e regia sarà curata da Piero Formicuccia e la realizzazione della Sacra Rappresentazione è resa possibile grazie all’Associazione della Passione di Cristo di Sezze: “Siamo orgogliosi di poter rappresentare ogni anno la Passione di Sezze nel centro della nostra cittadina davanti a migliaia di persone – afferma il presidente dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze, Elio Magagnoli – Ringrazio tutti coloro che, in qualità di attori e collaboratori, renderanno possibile questo straordinario evento, così come un ringraziamento lo rivolgo al Comune di Sezze, in particolare al sindaco Andrea Campoli, e alla Regione Lazio, sempre vicini alla nostra Rappresentazione. Siamo convinti che anche in tale occasione la Passione di Sezze possa regalare grandi emozioni e suggestione, una manifestazione ricca di storia e tradizione e ormai nota a livello internazionale”.

Il regista e direttore artistico della Sacra Rappresentazione, Piero Formicuccia, sottolinea come “per i suoi contenuti artistici e di partecipazione emotiva da parte degli attori e figuranti, la Passione di Cristo di Sezze si conferma come una delle massime espressioni del genere a livello italiano ed europeo. L’invito per tutti è di venire a Sezze e assistere dal vivo a questa manifestazione che ogni anno cerchiamo di arricchire nei suoi diversi aspetti interpretativi, restando fedeli ad una tradizione che è patrimonio straordinario della nostra comunità”.

Negli ultimi sei anni la Sacra Rappresentazione è stata trasmessa in diretta televisiva in Mondovisione visibile in Canada come in Australia.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto