l'emergenza

Dopo la neve il ghiaccio: interventi spargisale sulla Pontina. Incidenti per le buche

Nel Lazio mercoledì garantito il 70% dei trasporti ferroviari regionali

Sulla spiaggia di Minturno Scauri un pattino ricoperto di neve

LATINA – Oltre al 50% dei treni cancellati da Trenitalia a causa del maltempo si aggiungono ora anche quelli soppressi a causa della neve a Napoli. Per domani, Trenitalia garantisce il 70% delle corse. Chi è andato a Roma di pomeriggio con il treno ha rishciato di non partire proprio. Al ritorno invece è partito un un treno l’ora, su quello delle delle 17:36 ci sono i pendolari dei treni 16:56 e 17:06 verso Latina, a cui si aggiungono quelli delle 17:12 e 17:42 per Nettuno che scenderanno a Campoleone, 5 tratte in una.

Chi è andato in auto non è più fortunato: sono in corso sulla Pontina lavori sul manto stradale da Aprilia in direzione Latina al km 52 e 56 e da Latina ad Aprilia.

LA MATTINATA  – Dopo la neve è arrivato il gelo, tutto secondo programma, con temperature che vanno dalla clemente -1 di Latina-città, dove non è nevicato e dunque le strade sono libere, ai -8 di Rocca Massima il centro più alto della provincia di Latina dove il sindaco Angelo Tomei ieri si è dato da fare spalando la neve con i volontari. Imbiancate le spiagge nel sud pontino e le Isole Pontine.

LE STRADE – Sono le strade a preoccupare di più: sulla Pontina l’Astral segnala riduzioni di carreggiata in più tratti per interventi spargisale (al mattino presto) e poi per per la messa in sicurezza del tratto compreso tra Aprilia e Pomezia. Difficoltà per chi viaggia con lunghe code e attese anche di un’ora in direzione di Roma. I restringimenti di carreggiata per riparare le buche sono stati istituiti intorno ai km  31, 34 e 39 e altri tratti saranno interessati ai lavori durante la giornata. tre gli incidenti causati dal manto stradale dissestato che stanno creando ulteriori difficoltà in corsia  nord in direzione di Roma.

Sulla Flacca in località Capratica, tra Terracina e Gaeta, è segnalata la presenza di ghiaccio e sta nevicando da via Capratica fino a Sperlonga.

L’azienda per le strade della Regione Lazio segnala anche ghiaccio sulla Sr 637 di Frosinone e di Gaeta e sulla SS 156 dei Monti Lepini.

La prefettura ha invece revocato, con effetto immediato, il divieto di circolazione fuori dai centri abitati su tutta la rete stradale della provincia di Latina ai veicoli ed ai complessi di veicoli commerciali di massa complessiva a pieno carico superiore a 7,5 t, fermi dalle 22 di domenica.

SCUOLE CHIUSE – Da nord a sud ha nevicato praticamente ovunque nei centri collinari, ma anche al mare e oggi resteranno chiuse per evitare disagi le scuole di 24 comuni pontini. Oggi, martedì 27 febbraio, plessi chiusi a Sezze, Prossedi, Sonnino, Roccagorga, Maenza, Norma, Cori, Bassiano, Rocca Massima, Pontinia, Monte San Biagio, Fondi, Lenola, Sperlonga, Itri, Minturno, Santi Cosma e Damiano, Spigno Saturnia e Castelforte. Chiuse anche per le abbondanti nevicate notturne le scuole a Formia e Gaeta. Disposti due giorni di chiusura invece e dunque anche mercoledì 28 ad Aprilia, Sermoneta e Roccasecca Dei Volsci. Aperte regolarmente le scuole dei comuni di Latina, Sabaudia, San Felice Circeo, Terracina, Cisterna, Priverno, Formia, Gaeta, e dei comuni isolani di Ponza e Ventotene.

TRENI – I maggiori disagi si sono registrati lunedì 26 nei trasporti ferroviari con i treni letteralmente in tilt, ritardi superiori alle due ore e molte cancellazioni.

Oggi sarà garantito solo il 50% dei trasporti regionali del Lazio Per quanto riguarda la linea Roma  –Formia –Napoli sono garantiti collegamenti Formia-Roma e Napoli Roma, un treno ogni mezz’ora nelle fasce pendolari e un treno ogni ora nel resto della giornata; sospesi invece i convogli Roma -Latina. Sulla FL8 (Roma –Nettuno), rete Ferroviaria Italiana annuncia che viaggerà un treno ogni mezz’ora con capolinea a Campoleone.

LE RIPERCUSSIONI – Il blocco ieri e la riduzione oggi dei trasporti ferroviari hanno avuto e avranno anche oggi ripercussioni sugli altri servizi. Anche a Latina dove le scuole sono rimaste regolarmente aperte sono saltate le lezioni per maestre e professori che non hanno raggiunto gli istituti. Disagi anche al Goretti dove per l’assenza di parte del personale medico e infermieristico proveniente dai Castelli Romani, da Roma e dai Lepini sono saltati alcuni interventi chirurgici programmati; garantiti invece quelli di emergenza. Anche In Tribunale sono saltate alcune udienze.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto