Zingaretti, via ai colloqui con le opposizioni su agenda comune

Prove di accordo con il Movimento Cinque Stelle

LATINA – Prove di accordo in Regione tra il presidente eletto Nicola Zingaretti, che non ha la maggioranza in Consiglio, e il Movimento Cinquestelle guidato da Roberta Lombardi. Ieri si è tenuto un incontro tra le parti durato un’ora e mezza.

“Come previsto  – ha confermato Zingaretti in una nota – sono iniziati oggi i primi colloqui con le forze di opposizione, alle quali ho proposto una ipotesi di agenda di lavoro condivisa fatta di leggi e provvedimenti da adottare utili alla nostra Regione in vista dell’inizio della legislatura”. Aggiungendo poi: “Da parte nostra c’è un atteggiamento di grande apertura e volontà di ascolto. Ho incontrato i rappresentanti del Movimento 5 Stelle e proseguirò domani (ovvero oggi) con i rappresentanti delle altre forze di opposizione”.

Zingaretti si dice “assolutamente cosciente della situazione particolare che si è determinata in questa legislatura”  e della necessità di “condividere un’idea di percorso possibile basato su priorità e scelte strategiche per il bene del Lazio. Un’agenda quindi condivisa. E’ una sfida complessa, ma paradossalmente anche con grandi potenzialità, perché impone a tutti un passo in avanti nel confronto su temi e questioni delicatissime. Nel Parlamento Europeo  – ha spiegato il Governatore – ad esempio non esistono maggioranze precostituite e questo impone a tutti un confronto molto concreto nel merito dei provvedimenti. E’ un impegno difficile ma mettendo al centro il rispetto delle idee degli altri e l’interesse generale della Regione, credo che si possa aprire una fase molto positiva per il Lazio. Da parte mia farò di tutto per garantire insieme collegialità e capacità di decisione a difesa del ruolo delle Istituzioni e per il bene dei cittadini”.

Un no secco a qualunque ipotesi di agenda comune è arrivato nei giorni scorsi dal sindaco di Amatrice Pirozzi.

 

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto