l'aiuto

Provincia di Latina, in arrivo 4,2 ml. Medici: “Boccata d’ossigeno per le strade”

Il Presidente dell'Ente di Via Costa boccia la riforma Delrio

LATINA – “Una boccata d’ossigeno”. E’ quella che il Governo ha voluto dare alle Province per il finanziamento “di piani di sicurezza a valenza pluriennale per la manutenzione di strade e di scuole”. Il contributo che arriverà a Latina è di 4,2 milioni di euro, un aiutino dopo anni di digiuno agli enti declassati dalla riforma Delrio. Sono infatti rimaste agli enti ormai di seconda fascia, onerose funzioni di manutenzione di strade e scuole.

Il Presidente della Provincia Carlo Medici si dice soddisfatto, anche se le risorse non basteranno per una rete stradale che da anni attende opere di manutenzione ordinaria e straordinaria. “Sicuramente un impulso positivo ripsetto ai fondi di cui disponevamo fino all’anno scorso al quale si aggiungeranno i fondi già stanziati dal ministero per le infrastrutture che sono 2,8 per ogni annualità fino al 2023. Diciamo che rivediamo un po’ la luce anche se la situazione si è andata aggravando e ogni giorno riceviamo segnalazioni di danni causati dalle buche”. Non è preoccupato per le scuole invece il Presidente Medici: “Partiamo da una condizione accettabile, le scuole non sono la priorità. Noi abbiamo sottoscritto 39 progetti per un totale di 13 milioni e stiamo andando in gara in questi giorni, in estate i lavori sono stati eseguiti”.

Un’occasione per fare una riflessione anche sulla mancata attuazione della Riforma delle Province targata Pd, ma che Medici non condivide: “Il segnale positivo è che dopo un periodo di completo buio, generato da una riforma lasciata a metà, si inizi a dare alle Province le risorse per espletare le funzioni che sono rimaste. Ora bisogna riportare le Province a enti di primo livello, come era prima della riforma. E’ un sistema che non può funzionare, bisogna, dobbiamo capire qual è il futuro,  sicuramente non è questo”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto