a gavirate

Canottaggio, vittoria nel nome di Mondelli: il quattro di coppia si laurea Campione d’Italia

Agli Assoluti due titoli per le Fiamme Gialle

Il “quattro di coppia” Senior delle Fiamme Gialle vince il Titolo Italiano, conquista il “Trofeo Filippo Mondelli” e riporta a casa il “Trofeo Gaetano Bellantuono”.
Ai Campionati Italiani di Gavirate, il quartetto inedito composto da Giuseppe Vicino, Luca Rambaldi, Andrea Panizza e Matteo Sartori si laurea Campione d’Italia 2021, dopo l’assenza alla rassegna tricolore dell’anno scorso causa Covid. Con la vittoria del Titolo le Fiamme Gialle riportano casa il trofeo dedicato al compianto Comandante del III Nucleo Atleti, Col. Gaetano Bellantuono, l’anno scorso vinto dalla Canottieri Saturnia e, grazie alla sensibilità del Presidente e dei Soci, consegnato alla Signora Bellantuono per custodirlo.
Oggi è stata una vittoria particolarmente emozionante per il “quattro di coppia” gialloverde perché, a pochi mesi dalla scomparsa del campione di canottaggio Filippo Mondelli, per questa specialità è stato istituito il trofeo perpetuo in suo onore. Una vittoria nel segno di Filippo, con la barca che lo ha visto Campione del Mondo 2018 e consacrato per sempre tra i grandi del remo mondiale.
Dopo 10 anni di vittorie ininterrotte, l’anno scorso solo il Covid è riuscito ha fermare la corazzata gialloverde dell’otto Senior. Oggi è arrivato il Titolo Italiano 2021 con Leonardo Pietra Caprina, Niccolò Pagani, Emanuele Fiume, Paolo Perino, Mario Paonessa, Alfonso Maria Scalzone, Alessandro Bonamoneta e Jacopo Frigerio con al timone Emanuele Capponi. Una gara in solitaria sin dalle prime palate che ha visto l’armo delle Fiamme Gialle danzare sulle acque di Gavirate. Con questa vittoria ritorna a Sabaudia, oltre al Titolo Italiano, anche il “Trofeo Mario Bovo”. Da segnalare l’ultima gara con le Fiamme Gialle per Paolo Perino che dopo una carriera di successi in gialloverde, lascerà l’attività agonistica per intraprendere il Servizio d’Istituto nella Guardia di Finanza.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto