tanti volontari

Compie 40 anni la onlus amici del cane di Latina tra cura, adozioni e pet terapy

La Onlus presieduta da Rosaria Alesini gestisce il canile comunale e si occupa oggi di 600 cani

LATINA – L’Associazione Amici del Cane di Latina onlus festeggia il 40° anno di attività. Era il 1981 quando un piccolo gruppo di persone amanti degli animali ha deciso di mettersi in gioco personalmente per difendere, tutelare e accudire cani abbandonati o senza padrone per dar voce, nei confronti delle istituzioni e dei privati cittadini, ai diritti e bisogni di questi animali – ricordano dalla onlus che è stata anche la prima a essere iscritta nel Registro delle Associazioni di Volontariato del Comune di Latina contribuendo poi  concretamente alla nascita del Canile Comunale che ha gestito, curato e ampliato sin dalla sua nascita. Oggi è Onlus ed è presieduta da Rosaria Alesini e si occupa di 600 cani, degli affidi e delle adozioni. Perché tanti cani arrivano in canile da cuccioli e ci restano tutta la vita.

“Un lungo percorso pieno di difficoltà, di battaglie, di delusioni ma anche di tanti traguardi raggiunti, di gioia ricevuta e donata, di animali protetti, amati e riportati a una vita dignitosa”, raccontano. Un impegno che è anche lotta all’abbandono e al randagismo, è promozione di campagne di sensibilizzazione, svolte anche nelle scuole materne ed elementari. Sono stati poi avviati progetti di pet terapy in case di riposo per anziani e  in compagnia di diversamente abili e accolti ragazzi minorenni che hanno avuto problemi con la giustizia e che nel loro percorso di recupero chiedono al Tribunale dei Minori di Roma la “messa in prova” presso il canile.

“In questi 40 anni i volontari della ONLUS hanno preso un impegno reale verso gli animali in difficoltà, abbandonati, maltrattati – raccontano in una nota che ripercorre il valore dell’attività svolta –  Col duro lavoro e con l’oculatezza nella gestione del contributo Comunale, la disponibilità di alcuni volontari a prestare gratuitamente opera di sostegno professionale in vari campi e l’aiuto economico di privati l’Associazione è riuscita a offrire un ricovero pulito, dignitoso agli ospiti del canile, garantendo cibo, cure e una carezza, migliorando di anno in anno le strutture”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto