dopo lo sblocco

“Corden Pharma annuncia 120 licenziamenti e senza ammortizzatori”

Confail: "Notizia ferale". Tavolo in Unindustria i primi di agosto

LATINA – Sbloccati dal Governo i licenziamenti arriva la prima scure: “Ieri 26 luglio 2021 in un serrato confronto tra le parti sociali e la dirigenza della Corden Pharma, quest’ultima ha comunicato la ferma intenzione di procedere al licenziamento di 120 dipendenti”. Lo rende noto il sindacalista Gianni Chiarato aggiungendo che “oltre a questa ferale notizia la stessa dirigenza non ritiene di dover utilizzare per queste figure in via di licenziamento le 13 settimane di ammortizzatori sociali previsti dal decreto governativo del 1 luglio scorso”.
Per il segretario provinciale della Confail “si tratta di un’inversione di rotta rispetto agli impegni assunti dalla Corden negli incontri presso l’assessorato al Lavoro della Regione Lazio e con le parti sociali ed è manifesto che l’azienda non intende utilizzare i fondi regionali per gli investimenti, subordinati al mantenimento dei posti di lavoro”.

Il prossimo incontro alla ricerca di un’intesa territoriale si terrà i primi di agosto nella sede di Unindustria: “Serve unità, la chiediamo ai  lavoratori e alle forze sindacali, RSU e tutti i soggetti interessati per impostare azioni forti, puntuali e solutive”.

Nel gruppo dei lavoratori che andrebbero a casa “figure di alta formazione, non recuperabili e che sono un patrimonio del territorio che verrà depauperato, se si prosegue in questa direzione”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto