nel parco degli aurunci

L’Ostello Ossigeno punto di partenza per esplorare 250 km di sentieri in natura

Oggi l'inaugurazione con il Presidente del Lazio e i giovani di Naturae Aps

ITRI – Un punto di sosta e di partenza che dà accesso a 250 km di sentieri. E’  l’Ostello Ossigeno, nella ristrutturata Villa Iaccarini, nel Parco dei Mondi Aurunci, inaugurato oggi dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti a San Nicola a Itri,  un nuovo luogo storico riportato alla luce e reinserito nel circuito turistico laziale grazie al progetto Itinerario Giovani, finanziato dalle Politiche Giovanili della Regione Lazio e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Lo gestirà Naturae Aps, un’associazione di  under 35.

L’ambizione è di far diventare questa porzione di territorio fuori dalle mete turistiche, punto di partenza per escursioni e gare in mountain bike o a cavallo e proposte di trekking ed escursioni alla scoperta della natura, del folklore e dei piatti tipici. L’Ostello Ossigeno propone infatti escursioni in notturna con osservazione astronomica, concerti a 1200 metri, corsi di cucina povera, escursioni con raccolta di erbe aromatiche, laboratori di riciclo alimentare, festival degli antichi mestieri sulla stramma e gli utensili artigianali e ornamentali, trekking sul monte Redentore con i pastori, trekking con la musica popolare della zampogna, con letture, racconti e degustazioni di cibi tradizionali e conferenze, mostre e laboratori interattivi su Bio e Geo Diversità.

Un eco-ostello con 35 posti letto, tre locali destinati a laboratorio e ampi terrazzi da cui si gode di una vista splendida su mare e monti.

“C’è un altro sogno che si realizza – ha dichiarato il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti –  figlio della buona gestione e del protagonismo dei territori. Un bellissimo ostello con 35 posti letto, un luogo meraviglioso, che dimostra che l’ambiente quando c’è passione, è anche opportunità di lavoro, di economia e di qualità della vita”.

“Villa Iaccarini, dopo anni di chiusura, torna a tutti i cittadini del Lazio con un progetto realizzato da ragazze e ragazzi, che impareranno un lavoro e contribuiranno al rilancio del territorio. Insieme al parco avventura Woodpark, l’avventura dei ragazzi dell’Ostello Ossigeno dimostra il potenziale del patrimonio naturale e dei giovani come volano per lo sviluppo economico”, ha aggiunto Lorenzo Sciarretta, delegato del Presidente della Regione Lazio alle Politiche Giovanili.

Immerso completamente nel verde – a pochi passi dall’Ostello del Golfo di Gaeta e dal parco avventura Woodpark, due realtà gestite dai giovani e inaugurate grazie sempre all’intervento della Regione Lazio – l’Ostello Ossigeno nasce proprio per essere un eco-ostello, favorito non solo dalla posizione (e dal fatto che sia circondato da eccezionali aspetti floro-faunistici, idrogeologici e speleologici), ma anche dalle attività proposte.

ITINERARIO GIOVANI – Prosegue così il progetto di Itinerario Giovani, che sta restituendo al territorio spazi in disuso o abbandonati, recuperandoli e convertendoli nel segno dell’ambiente, dell’accessibilità, della sostenibilità e dei giovani. Sono tanti gli spazi che sono stati riqualificati dalla Regione, dai Comuni e dagli enti parchi e saranno gestiti da organizzazioni under 35 “a misura” di under35.Agli ostelli e punti turistici già attivi – Ostello della Gioventù di Gaeta, Casa del Vento a Bagnoregio, Ostello Il Podernovo presso Acquapendente (VT), Ostello degli Orsini a Configni (RI), Ostello Colle Mordani (FR), dell’Ostello Farnese a Caprarola (VT), lo Spazio Officine CreAttive a Zagarolo (RM), lo spazio Ronciglione HUB a Ronciglione (RM), Spazio Tevere Point a Torrita Tiberina (RM) – ora si aggiunge l’Ostello Ossigeno e presto apriranno le loro porte anche l’Ostello Ex Caserma a Bassiano, il Polo Marino e il Polo Cittadino a Latina, il nuovo centro di sosta a Rieti nell’ex casa di riposo Manni, l’Ostello di San Lorenzo ad Arpino, l’Ostello del Cammino di Francesco a Rivodutri e lo spazio Porta del Parco ad Anguillara Sabazia – Parco Regionale Bracciano Martignano.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto