cronaca

Operazione “Mare sicuro”: week end di controlli sul litorale del Circondario marittimo di Gaeta

GAETA – Anche il fine settimana appena trascorso è stato caratterizzato da una intensa attività di controllo da parte dei militari e dei mezzi della Guardia Costiera di Gaeta (compresi i militari impiegati presso il presidio di Sperlonga) e di Formia e Scauri, finalizzata ad assicurare il mantenimento di un elevato livello di sicurezza della navigazione e della balneazione nei sei comuni del litorale del circondario marittimo di Gaeta, Minturno/Scauri, Formia, Gaeta, Itri Sperlonga e Fondi. Massiccia altresì la presenza rilevata, complice il bel tempo, di diportisti e bagnanti.

Complessivamente, nel periodo tra il 22 ed il 24 luglio appena trascorsi, nell’ambito dell’operazione “Mare sicuro 2022”, sono stati impiegati circa 40 donne e uomini della Guardia Costiera, n. 6 mezzi navali e percorsi circa 750 km e, via mare, circa 50 miglia nautiche. I controlli hanno riguardato il puntuale rispetto delle ordinanze balneari e di sicurezza balneare nonché il corretto utilizzo del demanio marittimo (n. 102 controlli), la vigilanza sulle unità navali utilizzate per il diporto nautico (n. 145 controlli) e il rispetto delle norme in materia ambientale (n. 55 controlli).

Agli ordinari pattugliamenti via mare condotti con i mezzi stabilmente dislocati presso i Comandi di Gaeta (CP 856 e 724), Formia (CP 548) e Sperlonga (GCB30), si sono aggiunti anche quelli esperiti dalla motovedetta CP200 di stanza presso la Direzione marittima di Civitavecchia, che nella giornata di domenica ha effettuato un’ampia perlustrazione di tutto il litorale partendo dal porto di Formia fino al porto di ordinaria assegnazione nonché, nella giornata di venerdì, la MV d’altura CP920 “Gregoretti” di stanza nel porto di Napoli e ridislocata nei circondari marittimi di Gaeta e Ponza per attività di controllo in materia di pesca, che ha sanzionato n. 2 pescherecci sorpresi ad effettuare attività con certificazione di sicurezza non regolamentare e con attrezzatura da pesca non consentita, con conseguente sequestro di attrezzature e reti da pesca oltre che del pescato. Il prodotto sequestrato, previa verifica dell’idoneità al consumo umano, è stato donato in beneficienza ad un ente benefico del comune di Formia.

Importante nel contesto di cui sopra il concorso di altre forze di polizia. In particolare nelle giornate di sabato e domenica sui litorali scaurese e formiano, personale della Squadra Nautica della Polizia di Stato di Terracina ha collaborato con l’Ufficio Locale Marittimo di Formia, supportati da terra dalle pattuglie della Guardia Costiera e del Commissariato di Formia, per lo svolgimento di servizi straordinari di controlli e soccorso a mare di imbarcazioni e natanti. Analogo contributo è stato assicurato dal personale della Polizia Municipale di Fondi impiegato presso il litorale del comune di Fondi con proprio battello.

Purtroppo continuano a rilevarsi comportamenti illeciti, puntualmente sanzionati, in particolare nell’esercizio dell’attività di noleggio delle attrezzature balneari, spesso effettuato, difformemente dalle previsioni delle ordinanze comunali, previo posizionamento anticipato delle attrezzature balneari e/o con il ricorso ai cc.dd. “servizi di cortesia” o con l’impiego di mezzi meccanici per il trasporto delle attrezzature nonché violazioni da parte dei diportisti nautici per navigazione senza le prescritte dotazioni di sicurezza o all’interno di zone riservate alla balneazione (250 metri dalla spiaggia, come segnalato dalle boe). Dall’inizio della stagione balneare risultano elevate ad oggi n. 171 sanzioni amministrative.

Si ricorda che è attivo su tutto il territorio nazionale il numero per le emergenze in mare “1530”, ed è possibile consultare il sito istituzionale della Guardia Costiera www.guardiacostiera.it per reperire informazioni e contatti utili in caso di necessità.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto