ASCOLTA RADIO LUNA ASCOLTA RADIO IMMAGINE ASCOLTA RADIO LATINA  

attualita'

Saggi di fine anno al D’Annunzio, Zagami: “Costi troppo alti”

La direttrice dell’Ateneo delle Arti si rivolge direttamente alla sindaca Celentano

LATINA – “Organizzare saggi di fine anno al Teatro Comunale sta creando problemi economici significativi alle asd della città. I costi per organizzare un evento ad appannaggio quasi esclusivo delle famiglie degli iscritti sono infatti schizzati alle stelle. Questo, a fronte di numerose occasioni in cui il teatro è stato concesso a titolo gratuito, ci pone di fronte a un’inaccettabile disparità di trattamento ma soprattutto a una vera e propria castrazione dell’attività culturale della nostra città”. Così, in una nota rivolta al primo cittadino Matilde Celentano, la direttrice dell’Ateneo delle Arti Valentina Zagami.

“Il pubblico presente ai saggi – prosegue Zagami – è composto per la quasi totalità da genitori e parenti dei nostri allievi. Non si tratta, in sostanza, di uno spettacolo con fine di lucro. Per organizzare un saggio siamo costretti a pagare cifre davvero insostenibili: ad iniziare dal prezzo pieno d’affitto del Teatro, che ci viene concesso senza alcun tipo di service, che ovviamente è a nostre spese. A questi costi occorre aggiungere il pagamento ai vigili del fuoco a cui si sommano anche tre addetti alla sicurezza specializzati, l’ambulanza, la Siae, le maschere.

Per non parlare della cauzione, che viene restituita settimane (se non

mesi) dopo l’evento. In questo modo praticare danza nella nostra città diventa proibitivo, con molti allievi, spesso bambine e bambini, che non possono partecipare al saggio di fine anno perché i genitori non riescono a pagare la quota saggio che, per quanto descritto in precedenza, ha subito un’impennata senza precedenti”.

“Non credo che questa amministrazione voglia guadagnare sulle spalle di associazioni che ogni giorno danno ai giovani di questa città la possibilità di frequentare luoghi sani, divertenti e che in alcuni casi, come accade nel mio centro, forniscono concrete opportunità di fare dell’arte una professione. Purtroppo però è quello che accade. Per questo, essendo certa della sensibilità del Sindaco Matilde Celentano, vorrei poterla incontrare, nel solco di un confronto costruttivo che possa portare al superamento di questa criticità a partire già dal prossimo anno” conclude la direttrice dell’Ateneo delle Arti.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto