NIENTE CARCERE PER D’ANTONIO
Domiciliari per l’ispiratore del delitto Vaccaro

Tribunale

Tribunale

LATINA- I giudici della Corte d’Assise del Tribunale di Latina hanno sciolto la riserva: niente carcere per Francesco D’Antonio, condannato a 24 anni di reclusione per l’omicidio di Matteo Vaccaro insieme ad altri cinque ragazzi. Il presidente Pierfrancesco De Angelis e il giudice a latere Cecilia Cavaceppi, letta la perizia eseguita dal medico legale Pasquale Pede hanno disposto che il giovane resti ai domiciliari, dove si trova da due anni, a causa delle sue condizioni di salute incompatibili con il carcere. Per il perito del Tribunale e per il consulente del pm l’imputato soffre ancora di una sindrome ansioso-depressiva.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto