PEF, NESSUNA NOTIZIA DALL’ASSESSORATO
Il Pd chiede convocazione della commissione ambiente

comune latina con pallaLATINA – «L’amministrazione Di Giorgi e l’assessore Cirilli sul Piano economico finanziario per determinare la tariffa dei rifiuti sono riusciti a battere tutti i precedenti record negativi. Le giunte Zaccheo, tanto contestate da Cirilli, approvavano il Pef tra aprile e giugno. Risultati certamente non entusiasmanti per una buona amministrazione ma alla luce di quanto sta facendo Cirilli con il suo assessorato, sicuramente quei tempi rischiando i passare come eccellenti». Così il capogruppo del Partito democratico Giorgio De Marchis commenta il fatto che all’inizio di settembre l’assessorato all’ambiente non abbia ancora predisposto il Piano economico finanziario per stabilire la nuova tariffa di igiene ambientale.

«È giusto ricordare che questo strumento viene redatto dall’assessorato all’ambiente e non dalla Latina ambiente – spiega De Marchis – e la sua compilazione è del tutto indipendente dalla manovra economica nazionale. Il Pef, quindi, dovrebbe essere redatto e approvato il 2 gennaio, trattandosi di uno strumento che fotografa i costi di gestione.

Non si riesce a capire perché ancora a oggi non sia stato possibile analizzarlo – dice ancora il capogruppo – malgrado a fine luglio la dottoressa De Simone aveva garantito in commissione bilancio che era in via di definizione.

Depositeremo domani mattina la richiesta di convocazione urgente della commissione ambiente per l’analisi del Piano economico finanziario.

In caso di ulteriore immobilismo da parte della commissione – conclude il capogruppo del Pd Giorgio De Marchis – saremo costretti a chiedere la convocazione del consiglio comunale perché riteniamo doveroso nei confronti della cittadinanza informare rispetto ai costi della Tia e pensiamo anche sia corretto garantire all’opposizione di poter visionare il documento e di avere il tempo per proporre una soluzione alternativa a quella prospettata».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto