Ponza in tavola, tra gastronomia e tradizione

Shares
L'isola di Ponza

L’isola di Ponza

PONZA – Gastronomia, e non solo, protagonista sull’isola lunata nei prossimi giorni con i tanti appuntamenti previsti dal cartellone Ponza Estate 2014 per rendere più divertenti e interessanti le vacanze. Si inizia con la rassegna Ponza in Tavola che quest’anno triplica gli appuntamenti, dopo lo strepitoso successo dell’anno scorso: il 26 e 27 luglio – come nell’edizione precedente – nel piazzale di Giancos, mentre il 22 agosto sarà, per la prima volta, nella piazza di Calacaparra a Le Forna. L’associazione “Cala Felci” (www.ponzacalafelci.com) svolge e sviluppa un lavoro di recupero delle tradizioni storiche della comunità ponzese attraverso varie forme. Tra queste è stata individuata la cultura del cibo e delle materie prime alimentari caratteristiche dei primi abitanti dell’isola nella seconda metà del 1700. “Ponza in Tavola”, dunque, non è solo una manifestazione gastronomica ma è anche una rievocazione storica del periodo della colonizzazione. Viene perciò ricreata l’ambientazione del periodo a cominciare dagli stand che sono una riproduzione delle antiche bancarelle da mercato e dove le massaie ponzesi, ristoranti e trattorie locali, produttori di vini e prodotti tipici isolani, presenteranno i prodotti enogastronomici tradizionali, indossando costumi dell’epoca. Presso ogni stand-bancarella è esposto un ‘menu’ descrittivo delle specialità offerte, con i relativi prezzi espressi in tornesi. Per meglio restare nello spirito dell’evento per gli acquisti si usa esclusivamente una riproduzione cartacea del tornese napoletano. “Il cambiacavallo” (antico nome dei cambiavalute dell’epoca) è il punto in cui si effettua il cambio degli euro in ‘tornesi’.

Durante la serata del 26 luglio ci sarà anche la cerimonia del Premio “Ponziano Benemerito”, riconoscimento per ponziani di ieri e di oggi che hanno profondamente amato queste isole e contribuito con il loro impegno a migliorarne la qualità della vita, nello spirito dei primi coloni. Quest’anno il premio è dedicato allo sport. Durante tutte le serate ci saranno concerti di musiche napoletane d’epoca.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto