Concessi i domiciliari al pirata del Lido. La decisione del Gip Campoli dopo l’interrogatorio

"Non mi sono accorto di aver inestito quel ragazzo": così si è difeso il 45enne marocchino

Shares

IL PUNTO IN CUI IL PIRATA è STATO RAGGIUNTOLATINA – Il gip di Latina Laura Matilde Campoli ha concesso gli arresti domiciliari ad Hamida Hamman, l’uomo di origini marocchine di 45 anni che domenica sera al Lido di Latina guidando ubriaco ha travolto Andrea Gallinella ora in Rianimazione all’ospedale Goretti. Il venditore ambulante che vive ad Ardea da 20 anni aveva appena finito di lavorare sul lungomare di Latina e stava tornando a casa dopo aver bevuto una birra con gli amici, così ha spiegato al Gip che lo ha interrogato questa mattina nel carcere di Via Aspromontedove si trova rinchiuso dalla notte dell’incidente dopo il fermo operato dai carabinieri. L’uomo non è apparso pentito e non ha chiesto notizie sulla salute del ragazzo che ha investito, si è solo giustificato dicendo  di non essersi accorto di nulla: “Non mi sono accorto di nulla, ho sentito solo un colpo allo specchietto esterno e poco dopo quando mi sono fermato, mi sono ritrovato accerchiato da un gruppo di persone che inveivano contro di me”. Il pm Daria Monsurrò  aveva chiesto al conferma del carcere, mentre il legale dell’investitore ha ottenuto gli arresti domiciliari.

2 Commenti

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto