economia

Dall’agroalimentare al farmaceutico: sinergia tra imprese pontine e russe

Siglato in Provincia un protocollo d’intesa tra imprenditori russi e Unindustria Latina

Shares

Incontro delegazione russa

LATINA – Imprese russe e pontine per rilanciare l’economia nei  settori dell’elettronica, della produzione di motori elettrici, ma anche in quello farmaceutico, metalmeccanico e agroalimentare. E’ stato siglato questa mattina alla presenza della presidente della Provincia di Latina, Eleonora della Penna, un protocollo d’intesa tra una delegazione di imprenditori e rappresentanti istituzionali russi e Unindustria Latina. A firmare l’accordo per Unindustria Latina il presidente Fabio Miraglia e per la delegazione russa il Presidente Vladimir Ponomarev della Camera di Commercio del Distretto di Sergiev Posad.

“Auspichiamo – ha dichiarato Della Penna – che questo sia soltanto l’inizio di una proficua collaborazione tra il nostro territorio e la Russia, tra le aziende pontine e quelle del distretto di Sergiev Posad. Come Amministrazione provinciale siamo molto favorevoli a questo tipo di collaborazione e siamo felici di ospitare oggi qui questa delegazione di imprenditori russi”. Il presidente di Unindustra Latina, Fabio Miraglia ha aggiunto: “Tra la nostra provincia e la Russia erano già in corso da tempo rapporti e scambi soprattutto dal punto di vista turistico. E’ nostra intenzione, ora, ampliare questa collaborazione ad altri importanti settori come quello metalmeccanico, farmaceutico ed agroalimentare per i quali il territorio pontino occupa le primissime posizioni nel panorama economico italiano. E’ nostro auspicio che questo sia soltanto l’inizio di una collaborazione sempre più intensa tra i due Paesi”. Ad illustrare le caratteristiche del distretto di Sergiev Posad è stato il presidente della Camera di Commercio russa, Ponomarev, il quale ha sottolineato come il territorio, composto da dodici Comuni con circa cinquecentomila abitanti a 70 km da Mosca, sia un’area in forte espansione, dove sono ubicate importanti aziende del settore militare ed aerospaziale, ma anche industrie chimiche, di vernici, per la produzione del vetro e della plastica, oltre che farmaceutiche. Ora, nonostante le sanzioni, le imprese stanno cercando sinergie e collaborazione con imprese straniere e quindi anche italiane.
L’iniziativa, promossa da Unindustria Latina, ha visto inoltre la partecipazione dell’Associazione “Italia-Russia” della provincia di Latina, che già da diverso tempo ha stretti rapporti con il distretto di Sergiev Posad, così come ha sottolineato il Presidente Antonio D’Ettorre.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto