grana stadio

Abodi in Comune e in Procura per la vicenda Francioni. Soluzione possibile

Il presidente della Lega B due ore a colloquio con il commissario Barbato. Ipotesi: revoca del Ppe R3

[flagallery gid=409]

LATINA –  Il presidente della Lega di Serie B Andrea Abodi in Procura a Latina per un colloquio con il Sostituto Giuseppe Miliano. Il magistrato che conduce l’inchiesta sullo stadio Francioni, lo ha convocato per acquisire informazioni utili alla prosecuzione degli accertamenti e degli atti seguiti al blocco dei lavori per la realizzazione della nuova gradinata.

Abodi si è recato prima in Comune per parlare con il commissario prefettizio Giacomo Barbato con il quale si è intrattenuto circa due ore.

Poche parole con i giornalisti che lo attendevano fuori dalla Procura: “Finché c’è vita c’è speranza”, ha detto il presidente della Lega di Serie B. Poi al microfono di Antonio Bertizzolo ha sottolineato: “Dal problema potrebbe derivare una opportunità”

Tra le ipotesi al vaglio del Comune per risolvere la questione stadio, quella più accreditata sarebbe la revoca del Piano particolareggiato del quartiere R3 che ha trasformato l’area del Francioni in “verde pubblico”, stratagemma che ha consentito di avere gli standard necessari ad autorizzare nuove costruzioni altrimenti impossibili. Un passaggio quello ipotizzato in queste ore, che consentirebbe di sbloccare anche i lavori per la realizzazione della nuova gradinata, oggi di fatto abusivi e di far riaprire la curva ospiti interdetta dallo scorso Campionato. Prima però l’Us Latina Calcio dovrà mettersi in regola con i pagamenti per l’utilizzo dell’impianto sportivo di piazzale Prampolini e per l’ex Fulgorcavi. Un conto che rischia di essere salato.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto