Cronaca

Nizza, i pontini nell’inferno della Promenade des Anglais

Le storie di Evelina, Sarah, Aglaia e Pierluigi salvi per miracolo

Nizza

LATINA – <Ho visto scene devastanti>, ha detto Evelina di Latina Scalo a Il Messaggero, anche lei nell’inferno di Nizza come tanti altri pontini che si sono salvati per miracolo il giorno dell’orrore quando migliaia e migliaia di persone ammiravano lo spettacolo dei fuochi d’artificio sul Lungomare in uno dei luoghi più suggestivi della Costa Azzurra. La ragazza di 31 anni  vive in Francia da diversi anni. <E’ stato difficile comprendere cosa stesse succedendo, poi le cose sono diventate più chiare>. A Nizza anche Aglaia Ardagna e Pierluigi Ballatore che da Latina si sono trasferiti in Costa Azzurra. <In lontananza vedevamo il camion che si avvicinava – hanno dichiarato a Il Giornale di Latina –  con un andamento lento e sentivamo la gente che gridava>, a poca distanza dal luogo dell’attentato c’era anche Sarah Di Mambro, una donna di 32 anni di Formia. «Stavamo per andare a prendere le macchine, quando ci siamo trovati davanti a delle scene di panico. Gente che correva spaventata verso di noi e gridava. Sentivamo dei colpi ed all’inizio pensavamo che fossero i fuochi di artificio>, ha dichiarato al quotidiano Latina Oggi.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto