l'audizione

“La discarica di Montello inquina e dunque va chiusa”

Focus su Latina in commissione parlamentare sul ciclo dei rifiuti: la situazione illustrata dai direttori di Arpa Lazio e Latina

La discarica di Borgo Montello

La discarica di Borgo Montello

LATINA – La discarica di Borgo Montello inquina e quindi va chiusa. E’ quanto ha detto in Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, il presidente Alessandro Bratti del Pd dopo aver ascoltato la relazione del direttore dell’Arpa Lazio, Marco Lupo presente all’audizione con Dino Chiarucci della sezione Arpa di Latina. I due esperti  hanno sottolineato la situazione critica dell’invaso alle porte del capoluogo pontino, criticità conclamata che riguarda la falda acquifera sottostante l’invaso, oltre alla situazione ambientale complicata nella’area che ospita il sito anche a causa della presenza di rifiuti di origine industriale confluiti negli invasi negli anno Ottanta e Novanta senza cautele.

Per Bratti “sicuramente una discarica che andrebbe messa in sicurezza con una chiusura definitiva e non ampliata”.

Nel corso dell’audizione parlamentare è anche emerso che il 70% dei rifiuti prodotti, nell’anno in corso, dagli impianti laziali è stato inviato fuori regione”.

E come riferito dal patron della Rida Ambiente di Aprilia Fabio Altissimi, ascoltato il 12 ottobre, giorno precedente all’audizione di ieri, davanti alla stessa commissione parlamentare il 3 novembre ci sarà una conferenza di servizi convocata dalla Regione Lazio e che riguarda l’autorizzazione della nuova discarica che la stessa Rida vuole aprire a servizio del proprio impianto. Il terreno ospiterebbe una discarica da un milione e 250mila metri cubi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto