l'assise del 3 novembre

Consiglio comunale, ecco Latina nei programmi degli assessori. Si vota il Dup

La seduta iniziata di mattina prosegue nel pomeriggio

consiglio-comunale-votazioneLATINA –  I terremotati del reatino e in particolare del comune di Leonessa potrebbero trovare ospitalità a Latina. Lo ha detto questa mattina il sindaco Damiano Coletta dando seguito alla dichiarazione di disponibilità all’accoglienza fatta all’indomani del terremoto di domenica a Norcia, quando le scosse sono tornate a scuotere il nord del Lazio e i suoi centri già duramente colpiti in estate.

Il primo cittadino di Latina, aprendo il consiglio comunale, ha spiegato che si sta provvedendo a fare una ricognizione dei posti disponibili nelle strutture alberghiere del territorio, e che la materia è stata oggetto di un confronto con il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Dopo l’illustrazione degli obiettivi strategici da parte del sindaco, gli assessori hanno illustrato le parti di rispettiva competenza.

BOLLETTE TROPPO CARE – L’assessore al bilancio Giulio Capirci, ha elencato alcune voci di spesa che pesano particolarmente sui conti, come per esempio le bollette per le utenze: 685mila euro l’anno per i telefoni; 4 milioni e 750mila euro all’anno per la luce, 905mila euro per l’acqua e per chiudere un milione e 50mila euro per i riscaldamenti degli uffici comunali. L’assessore ha spiegato che per cominciare a risparmiare su questo fronte occorre investire, a partire per esempio dal sistema di illuminazione tradizionale che gradatamente dovrà essere sostituito con quello a led. Nel mirino anche le 44 linee telefoniche.

URBANISTICA – Ha parlato dei nuclei abbandonati come una criticità, che oggi può diventare opportunità grazie ai progetti di recupero e con una “saldatura di interesse tra pubblico e privato”, l’assessore all’urbanistica Gianfranco Buttarelli. “La riqualificazione urbana che tenta di superare la condizione periferica, la riqualificazione del territorio valorizzando il patrimonio ambientale sottoutilizzato, la riqualificazione del trasporto pubblico comunale sono tra gli assi strategici”, ha spiegato l’assessore

ASCOLTA BUTTARELLI

SCUOLA, SPORT, CULTURA – “L’assessorato che curo lavorerà in stretta collaborazione con le politiche urbanistiche che con le politiche sociali  – ha sottolineato la Di Muro – per il censimento del patrimonio e della cura dell’edilizia scolastica e degli impianti sportivi e delle palestre; sul fronte dei servizi sociali parliamo di interventi di assistenza socio educativa per minori, famiglie e alunni stranieri, dall’altra”, ha avviato la sua relazione l’assessore alla cultura, alla scuola e allo sport, Antonella Di Muro.

ASCOLTA DI MURO

VERDE PUBBLICO – L’assessore Roberto Lessio ha fatto il quadro dei punti che l’assessorato sta seguendo e ha seguito in questi mesi di lavoro con particolare attenzione al verde pubblico.

POLITICHE GIOVANILI – Cristina Leggio: “Il mio assessorato si muove su 4 aree, la programmazione europea, l’università e il Conservatorio, le politiche giovanili e le smartcity. La programmazione europea è una grande opportunità di sviluppo che ovviamente ha bisogno di una sapiente e studiata programmazione. Il primo obiettivo è il rafforzamento del servizio. Su università e conservatorio rimane ferma la volontà di intessere relazioni sempre più strette che si concretizzino con protocolli di intesa che verranno firmati a breve. Con l’università il protocollo  già stato scritto, con due ambito di condivisione: ricerca e servizi agli studenti. Politiche giovanili e Smartcity: in qualche anno la città potrà avere servizi nuovi e innovativi per i ragazzi. Il servizio Politiche giovanili non esisteva, o meglio non aveva risorse dedicate e devo costruire un nuovo servizio su cui stiamo lavorando. Il Comune si apre e accoglie esperienze di crescita per i giovani. Sulla occupazione sono stai costituti alcuni tavoli di confronto.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE – L’assessore Felice Costanti fa una riflessione sul momento di difficoltà che vivono le imprese. “La parte di dup che mi riguarda si indirizza su 16 indirizzi riuniti in un cuore principale che parla di artigianato, piccole e media imprese e industria. La considerazione è partita dalla crisi che ha inflitto un duro colpo”.

ASCOLTA

DIFFERENZIATA ANCHE IN CONSIGLIO  – Da oggi il  consiglio comunale è anche più ecologico grazie ai contenitori per la differenziata presenti in aula e che consiglieri e assessori sono stati invitati ad utilizzare per i propri rifiuti.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto