sanità

Precari Asl, interrogazione ai Ministri sulla mancata stabilizzazione

Il senatore Fazzone (FI): "Silenzio assordante. Trovare subito una soluzione"

L’ospedale Goretti di Latina

LATINA – Il senatore di Fi Claudio Fazzone annuncia di aver presentato una interrogazione urgente, ai ministri della Sanità, per gli Affari Regionali e Autonomie, del Lavoro e delle Politiche sociali e per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, per chiedere quali siano le ragioni e i criteri in base ai quali la Regione Lazio abbia ritenuto di escludere i precari della Asl di Latina dal processo di stabilizzazione. “Ho chiesto con quali provvedimenti e azioni  intendano intervenire, anche nei confronti del commissario ad acta, Zingaretti, per tutelare il diritto al lavoro stabile dei precari della Asl di Latina ingiustamente esclusi dalla possibilità di stabilizzare un rapporto di lavoro che di fatto non può che ritenersi consolidato. Nonché di valutare se le decisioni e gli atti conseguenti adottati in palese violazione del dettato costituzionale, e non solo, non impongano la revisione del decreto a firma di Zingaretti, del 23 dicembre 2016, ponendo rimedio all’illegittima ed ingiusta esclusione dei precari dell’Asl di Latina dal processo di stabilizzazione”.

Per il coordinatore regionale azzurro, l’esclusione dei soli precari della Asl di Latina “viola il principio di eguaglianza costituzionalmente garantito. Crea una ingiusta ed illegittima disparità di trattamento con i precari, aventi identici requisiti” e si pone in contrasto con la sentenza della Corte di Giustizia Europea, del 26 novembre 2014, con cui l’Italia è stata condannata per l’abuso di contratti a termine ponendo le basi giuridiche per la stabilizzazione di tutto il personale precario della pubblica amministrazione”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto