l'inchiesta

Morta dopo un bypass gastrico, eseguita l’autopsia sulla 31 enne di Latina

L'ultimo saluto a Sara Roncucci sabato nella chiesa di Borgo Podgora

Shares

Sara Roncucci

LATINA – Saranno celebrati sabato (14 gennaio), alle 10, nella chiesa di Santa Maria di Sessano, a Borgo Podgora, dove risiedeva con il compagno Alessandro e i due figli di 12 e 3 anni, i funerali di Sara Roncucci, la 31 enne morta dopo Natale a tre mesi da un intervento di bypass gastrico cui si era sottoposta  il 2 settembre per problemi di peso. Sul caso è aperta un’inchiesta nella quale sono indagate 25 persone, tra cui anche 8 sanitari dell’ospedale Goretti di Latina. Il magistrato ha anche disposto il sequestro delle cartelle cliniche delle tre strutture in cui è stata ricoverata la donna: la clinica senese in cui fu eseguito l’intervento, il Goretti dove la paziente fu ricoverata per una vasta emorragia addominale e la struttura di riabilitazione nella quale si trovava il giorno della morte il 27 dicembre.

Il nulla osta del magistrato è arrivato dopo l’esame autoptico disposto dal sostituto procuratore di Bergamo, Gianluigi Dettori, ed eseguito ieri dal medico legale Matteo Marchesi presso l’ospedale San Giovanni XXIII di Bergamo. Per avere delle risposte più complete bisognerà però attendere l’esito degli esami istologici.

I familiari della donna hanno presentato un esposto presso i carabinieri di Zingonia e sono assistiti dagli avvocati Simona Longo e Carmine Romano dello Studio3A.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto