nulla di fatto

Asta per il Latina Calcio, Benedetto Mancini riparte senza depositare l’offerta

L'ex presidente si è detto determinato a riprendersi il club, ma oggi ci ha ripensato

Shares

LATINA – Anche oggi nessuna offerta per il Latina Calcio. Andrà deserta dunque la seconda asta (fissata per domani giovedì 14 aprile) per la vendita del titolo  sportivo di serie B da parte della curatela fallimentare. Nessuno si è presentato alla cancelleria del Tribunale Fallimentare di Latina per formalizzare la propria proposta di acquisto che oggi doveva essere almeno di 960 mila euro, evidentemente troppi per un club pieno di debiti e che rischia di retrocedere.

L’APPARIZIONE DI MANCINI – A giornalisti, fotografi e cameramen che erano di vedetta in Via Filzi non è però sfuggita la presenza di fronte alla Sezione Fallimentare di una Mercedes scura a bordo della quale si trovava Benedetto Mancini, ultimo presidente della società di Piazzale Prampolini  che ha sempre detto di essere interessato a riprendersi il titolo. Ad attenderlo c’erano i suoi consulenti, uno dei quali con la busta che doveva contenere l’offerta. Ma poi Mancini ci ha ripensato, e l’auto che lo trasportava ha innestato la marcia ed è ripartita facendo di fatto scadere il termine ultimo di presentazione fissato a mezzogiorno di oggi. Probabilmente, appreso che non c’erano altre offerte, l’ex presidente ha preferito rinviare anche la propria: la base d’asta al prossimo esperimento scenderà di 200mila euro circa.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto