cronaca

Incendio nel Parco del Circeo, tre focolai a Baia d’Argento

A Terracina un rogo distrugge chiosco, sdraio e ombrelloni dello stabilimento Piccola Oasi

Shares

SABAUDIA – Con piromani e folli che appiccano il fuoco ovunque senza pensare al pericolo che generano per le persone e ai danni ambientali che causano, e che paghiamo e pagheremo tutti, anche il Parco Nazionale del Circeo è a rischio. Nella notte, erano da poco passate le 22.30 la squadra 3A dei vigili del fuoco di è Terracina è dovuta intervenire per un incendio boschivo a Sabaudia tra fonte Lucullo e Baia d’Argento. Il fuoco si era sviluppato in tre zone diverse, spiegano i vigili a conferma del fatto che dietro questo, come altri incendi, c’è purtroppo la mano vigliacca e sconsiderata dell’uomo. Il tempestivo intervento ha scongiurato il peggio, ma ora sale l’attenzione e sarà necessario che anche i cittadini vigilino, segnalando alle forze dell’ordine sospetti, per evitare danni più seri.

A TERRACINA  – E intorno alle 4 di questa mattina invece è andato completamente distrutto da un rogo il chiosco dello stabilimento balneare “Piccola Oasi”, sul lungomare di Terracina. La stessa squadra dei vigili del fuoco  che aveva appena terminato di spegnere il rogo nel bosco di Baia D’Argento è intervenuta dopo l’allarme dato da alcuni residenti che hanno visto le fiamme levarsi dalla spiaggia. Danneggiate anche alcune file di sdraio e ombrelloni. Dopo che il rogo è stato domato  è arrivata la Polizia per le indagini. La Scientifica ha eseguito i rilievi per definire le cause.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto