cronaca

Latina, violenze contro la moglie e le tre figlie, allontanato

La polizia ha notificato il provvedimento ad un 57 enne campano che vive nel capoluogo

Il dirigente della Mobile di Latina, Carmine Mosca

LATINA – In famiglia aveva seminato il terrore, con comportamenti violenti e maltrattamenti, minacciando  di morte la moglie e le tre figlie.  Dopo le indagini della polizia coordinate dal procuratore aggiunto di Latina, Carlo La Speranza, la seconda sezione della Squadra Mobile ha notificato ad un uomo di 57 anni originario della Campania, ma residente nel capoluogo, un’ordinanza di divieto di avvicinamento al nucleo familiare emessa dal GIP del Tribunale. L’uomo è accusato di reiterati maltrattamenti in famiglia.

E’ stata la donna dopo un episodio che aveva richiesto l’intervento degli agenti della Questura a trovare il coraggio di raccontare. In quell’occasione, alla fine di giugno, l’uomo nel corso di una lite con la moglie aveva afferrato un coltello da cucina minacciando di scagliarsi contro la donna e gli altri familiari presenti in casa. Solo l’intervento di una Volante della Polizia aveva evitato il peggio.

2 Commenti

2 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    7 Settembre 2017 alle 13:19

    Ma se viene allontanto, deve essere allontanto e per sempre e non che poi ritorna per fare una carneficina. L’ammonimento senza il braccialetto elettronico è un disegno di legge burla.

  2. Francesca Mone

    Francesca Mone

    7 Settembre 2017 alle 13:44

    Infatti..oltre al braccialetto ci vorrebbe anche l’obbligo di andare in cura da uno psichiatra che lo renda più innocuo con i farmaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto