A LATINA

Devastazione nella scuola di Col di Lana, assessore e tecnici comunali nel plesso

Ranieri: "Sfregio ai bambini". Proietti: "Gravissimo, con la scuola si colpisce tutta la comunità"

LATINA – Una delegazione di tecnici comunali accompagnati dall’assessore al patrimonio Emilio Ranieri ha visitato questa mattina la scuola di Col Di Lana nel quartiere Nicolosi devastata da vandali nella notte di ieri. Mobilio rovesciato, tutto a soqquadro, danneggiato un punto di prelievo dell’acqua del sistema antincendio e gli estintori svuotati. Per fortuna nessun danno strutturale. “Nulla sembrerebbe sia stato rubato. Si è trattato di un vero sfregio ai bambini”, commenta Ranieri.

Danni che, se non si troveranno i responsabili, pagherà solo il Comune e quindi la cittadinanza tutta. Ma perché uno sfregio del genere? E’ la domanda cui dovranno rispondere gli investigatori della Questura di Latina che stanno indagando sull’assurdo raid. Solo vandali? O una vendetta per fatti personali? Nessuna ipotesi è esclusa, ma per ora si pensa a a contare e a riparare i danni  in tempi brevi.

“Un atto vandalico contro una scuola significa minare il senso di una città, devastare il luogo dell’apprendimento e dell’incontro dove vanno i nostri bambini è come devastare il villaggio stesso”, commenta l’assessore alla scuola Gianmarco Proietti, aggiungendo: “Se è vero che ogni atto vandalico è osceno e intollerabile, un’azione contro la  scuola è anche contro la dimensione vitale della società e tutta la comunità deve sentirsi offesa”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto