una storia orribile

Latina, Lucky ucciso per punire la padrona. Ed era già toccato ad un altro cane

Il marito della donna accusato di maltrattamenti e violenze in famiglia è ora in Via Aspromonte

LATINA – Ucciso barbaramente al solo scopo di punire la moglie che voleva bene a quel cane. E’ questa la ragione per cui è morto Lucky prima di diventare, suo malgrado, “l’errore” che ha consentito agli investigatori della Forestale di arrivare al colpevole. I particolari che emergono dalle indagini sul cane incaprettato, la cui fotografia a giugno aveva fatto il giro della rete commuovendo migliaia di persone, è la peggiore che si potesse immaginare. Uno spaccato di terrore e maltrattamenti su moglie e figli inflitti da un 69 enne che ora è in carcere.

Per esempio, a gettare il corpo dell’animale ancora vivo, con il muso legato da una corda per evitare che potesse guaire, non era stato direttamente l’arrestato. Mettendo in atto un’altra delle sue crudeltà, aveva obbligato il figlio a farlo. Era toccato al ragazzo trascinare fino al cassonetto l’animale chiuso in un sacco nero. Ma è stata proprio questa immagine catturata dall’occhio di  una telecamera di sorveglianza del quartiere Q4, a mettere sulla giusta strada i carabinieri per scoprire poi che Lucky era solo una parte della storia.

Il racconto di tutto il vissuto di violenze fisiche e psicologiche, è emerso un po’ alla volta, davanti al pm Giuseppe Miliano che ha coordinato le indagini degli investigatori della Forestale dopo la fondamentale denuncia dell’Associazione Amici del Cane. Ed è emerso così che un altro “Fido”, anni prima, era stato ucciso: l’orco lo aveva finito con un colpo alla testa quando aveva provato a difendere da lui, la sua padrona.

14 Commenti

14 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    17 Agosto 2018 alle 13:36

    Codice d’onore prendi dei seri provvedimenti non perdere mai di vista questo tizio.

  2. Danilo Della Portella

    Danilo Della Portella

    17 Agosto 2018 alle 13:43

    Verme

  3. Emanuela Agostini

    Emanuela Agostini

    17 Agosto 2018 alle 13:43

    Maledetto

  4. Perla Nera

    Perla Nera

    17 Agosto 2018 alle 14:03

    Che schifo questo tizio è un demone

  5. Massimo Agnani

    Massimo Agnani

    17 Agosto 2018 alle 14:47

    Che verme … adesso che paghi ma molto pesante

  6. Romina Sposi

    Romina Sposi

    17 Agosto 2018 alle 15:28

    Questo cane ha salvato una famiglia da questo mostro….

  7. Stefano Gabrielli

    Stefano Gabrielli

    17 Agosto 2018 alle 16:36

    Se qualcuno lo farà uscire dal carcere sappia che è come lui…..

  8. Luciano Grigio

    Luciano Grigio

    17 Agosto 2018 alle 19:06

    Deve morire in galera che se lo dovessi incontrare per Latina in libertà sono cazzi suoi sto topo de fogna.

  9. Marco Massaro

    Marco Massaro

    17 Agosto 2018 alle 20:21

    e facile prendersela con i più deboli…pezzo di merda

  10. Eleonora Ragona

    Eleonora Ragona

    17 Agosto 2018 alle 20:21

    Maledetto. …sei pure recidivo….schifoso!!!!!

  11. Mery Sponticcia

    Mery Sponticcia

    17 Agosto 2018 alle 20:39

    Mo voglio vedere cosa gli fanno

  12. Sandra

    17 Agosto 2018 alle 22:06

    Incaprettatelo sta fogna di uomo

  13. zietto

    18 Agosto 2018 alle 1:02

    Fate una petizione sui maggiori social per chiedere al sindaco una targa o una via in onore del povero LACHI

  14. roby

    18 Agosto 2018 alle 9:23

    Dovremmo obbligarlo ad indossare una pettorina fosforescente con qualche dicitura particolare che lo identifichi quando uscirà dal carcere( perchè tanto uscirà), così che chi lo incontra sappia con chi ha a che fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto