al lido

Latina, la fa prostituire, poi la sfregia per gelosia: arrestato

L'uomo un cittadino romeno senza fissa dimora ora è in carcere

LATINA – Aveva accoltellato e picchiato più volte la compagna che faceva anche prostituire. E’ stato arrestato su ordine del Gip del Tribunale di Latina Giuseppe Cario, Virgilius Marcelius Tanasa, un cittadino pregiudicato, in Italia senza fissa dimora. Le indagini erano partite il 21 febbraio quando una giovane donna era arrivata al pronto soccorso del Goretti con una  vistosa ferita da arma da taglio sulle mani ed escoriazioni sul corpo. Gli investigatori della Squadra Mobile avevano poi trovato tracce di sangue sul pavimento nell’abitazione che i due dividevano sul lungomare di Latina dove era avvenuta l’aggressione, solo l’ultima di una lunga serie. A terra anche ciocche di capelli tagliati alla 28 enne alla quale Tanase aveva cercato di sfregiare il volto. Ecco la ragione del taglio sulle mani: la ragazza si era coperta rimanendo ferita.

L’uomo portato in carcere a Latina deve rispondere di maltrattamenti in famiglia, sfruttamento della prostituzione e lesioni aggravate dall’uso di un coltello.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto