la spesa in bilancio per 118 mila euro

Mercato di Latina Scalo, ok ai dissuasori a scomparsa

Il via libera in Commissione dopo le richieste del comitato di quartiere

LATINA – La commissione Attività Produttive del Comune ha approvato i dissuasori a scomparsa per il mercato settimanale di Piazza San Giuseppe, a Latina Scalo così come chiesto dai residenti. I consiglieri hanno dato indirizzo agli uffici affinché si inserisca in bilancio la spesa necessaria all’installazione di 10 dissuasori a scomparsa,  in entrata e in uscita da Via delle Industrie e sul lato della chiesa di San Giuseppe, in Via Padre Pio. Il voto è stato unanime.
Il provvedimento  – spiegano da Lbc – nasce dall’esigenza di mettere in sicurezza lo svolgimento del mercato settimanale e della tradizionale festa di quartiere, ma anche per scongiurare l’ipotesi dello spostamento dell’area mercato venendo così incontro ai commercianti. Con questa soluzione, inoltre, la piazza potrebbe trasformarsi in una piccola ZTL anche in altre particolari occasioni o, in prospettiva futura, con regolare cadenza.
“Molto bella l’idea che una piazza, tagliata a metà da una strada di passaggio, possa trasformarsi in un luogo d’incontro più vivibile e funzionale alle esigenze dei cittadini che la vivono” – hanno sottolineato le consigliere di Latina Bene Comune, Maria Grazia Ciolfi e Celina Mattei.
La proposta dei dissuasori era arrivata dal comitato di quartiere di Latina Scalo e dai consiglieri di maggioranza era stata portata all’attenzione degli uffici perché si affrontasse la questione anche da un punto di vista tecnico. La valutazione di spesa che è stata fatta riguarda il totale dei dissuasori ed ammonta a 118mila euro, cifra che però in fase di appalto potrebbe anche scendere.
“In questo modo si va incontro alle esigenze di tutti – ha osservato il presidente della commissione Marco Capuccio – Mettere in sicurezza l’area, come imposto dalla legge e come sollecitato dalla polizia locale, ma anche in accoglimento della richiesta di chi voleva che la zona diventasse poi fruibile anche in altre occasioni come ad esempio il fine settimana, e di chi aspettava risposte sul mercato auspicando che restasse al suo posto”.

1 Commento

1 Commento

  1. Cristian Calandrini

    Cristian Calandrini

    18 Febbraio 2019 alle 13:27

    Ma rifate le strade imbecilli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto