rifiuti

Latina, furgone scarica materiale da cantiere a Borgo Piave: sanzione da 300 euro

Bellini: "Non si vuole vessare il cittadino, ma basta discariche a cielo aperto"

LATINA – I furgoni che scaricano materiale di risulta e altri rifiuti speciali sono sotto tiro. Come pure i residenti dei comuni vicini a Latina, che spesso di fregiano del titolo di “ricicloni” (e prendono contributi  per questo) ma poi non si accorgono che i loro cittadini, per semplificarsi la vita ed evitare la differenziata spinta, varcano il confine e scaricano a Latina. Sono quelli  a cui si rivolge in maniera particolare l’azione delle guardie ambientali di Abc  che anche oggi hanno elevato una sanzione di 300€ per abbandono di rifiuti da cantiere nella zona di Borgo Piave.

“Dopo mesi nei quali l’azienda speciale ha svolto un compito di informazione con la ridistribuzione a tutta la cittadinanza delle norme per il corretto conferimento dei rifiuti, dopo mesi nei quali le stesse guardie ambientali hanno percorso il territorio in lungo ed in largo spiegando alla popolazione che conferiva erroneamente quali erano le corrette e semplici pratiche, oggi le stesse guardie ambientali di Abc stanno svolgendo questo lavoro per reprimere in prima battuta la cattivissima abitudine di alcuni (spesso ditte anche di passaggio in questo territorio) di abbandonare i rifiuti ingombranti ai lati dei secchioni della raccolta rifiuti. Non si vuole vessare il cittadino che conferisce all’imbrunire anziché a sera inoltrata”, commenta il presidente della commissione ambiente Dario Bellini sottolineando anche che il cittadino non deve trincerarsi dietro la scusa che il servizio è scadente.

“L’azienda e l’amministrazione  – aggiunge Bellini – sono consapevoli che sia necessario migliorare il servizio ad esempio con la manutenzione e spesso la sostituzione dei secchioni presenti su strada (sono stati acquistati e sostituiti molti secchioni ed altri verranno manutenuti e sostituiti) ma questo non significa che questi punti di conferimento possano trasformarsi in vere e proprie discariche a cielo aperto a causa del deposito di rifiuti ingombranti (vanno portati all’isola ecologica di Via Bassianese o in quelle itineranti) e/o conferimenti effettuati nelle giornate sbagliate”.

L’isola ecologica sulla Via Bassianese è aperta dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17. E’ possibile conferire gratuitamente fino a 2 metri cubi giornalieri di rifiuti urbani tra  carta e cartone, sfalci e potature, frigoriferi, condizionatori, tv, monitor, computer, stampanti, telefoni, piccoli elettrodomestici, lavatrici, scaldabagni, legno, materassi e altri ingombranti, metalli, rottami ferrosi, vetro (contenitori e lastre), batterie al piombo da autotrazione, pile portatili, vernici, lampadine a risparmio energetico, lampade al neon, tubi fluorescenti, pneumatici, inerti e oli minerali e vegetali.

Si può anche richiedere alla Abc il ritiro a domicilio di ingombranti, inerti e verde.
Per informazioni o segnalazioni si può chiamare l’800751463

IL 6 APRILE – Le isole ecologiche diventeranno due: oltre a quella sulla via Bassianese infatti,  il 6 sarà inaugurata quella di Via Massaro al Lido di Latina. Prima dell’apertura ufficiale, si terrà un evento in spiaggia (con raduno a Capoportiere alle 10) per la raccolta della plastica.

5 Commenti

5 Commenti

  1. Bruno Tamiozzo

    Bruno Tamiozzo

    22 Marzo 2019 alle 15:12

    Pochi 300€..

  2. Teresa de Filippis

    Teresa de Filippis

    22 Marzo 2019 alle 15:21

    Prendeteli questi furfanti… non possiamo pagare le tasse triplicate per costoro

  3. Alessio Apicella

    Alessio Apicella

    22 Marzo 2019 alle 16:49

    troppo poco..

  4. Claudia Caputi

    Claudia Caputi

    22 Marzo 2019 alle 19:20

    Poco

  5. Pia Ascione

    Pia Ascione

    23 Marzo 2019 alle 8:44

    Anche via Romagnoli è una discarica a cielo aperto. Ogni mattina c è qualcosa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto