sabato 23 marzo

La famiglia di Daniele Nardi: “Grazie per l’affetto”. E invita tutti alle iniziative in sua memoria

Sabato la palestra del Pacifici-De Magistris intitola la palestra all'alpinista. La sera una fiaccolata

SEZZE – Un’intera giornata sabato 23 marzo dedicata a Daniele Nardi e Tom Ballard ad un mese esatto dall’ultima chiamata fatta a casa, quando i due alpinisti erano a 6300 metri di quota sul Nanga Parbat nella fatale spedizione invernale che aveva come obiettivo quello di aprire una nuova via su uno degli Ottomila del mondo.

IL GRAZIE COMMOSSO DELLA FAMIGLIA  La famiglia di Daniele, rompendo un silenzio composto iniziato dopo l’ultima e definitiva notizia dal Pakistan, ha postato sulla pagina ufficiale di Daniele poche righe per dire: “Ringraziamo tutti coloro che ci hanno manifestato la loro vicinanza. Siamo commossi per la grande partecipazione” per poi invitare tutti gli amici a partecipare alle prossime iniziative che ricorderanno l’alpinista.

LE DUE INIZIATIVE DI SABATO – Alle 11 l’istituto Pacifici-De Magistris intitolerà a Daniele Nardi la palestra della scuola, così come proposto dalla dirigente dell’istituto Anna Giorgi. Poi stasera alle 21, si accenderanno centinaia, probabilmente migliaia di fiaccole per l’iniziativa promossa  dal coordinamento delle associazioni setine:  un percorso che partirà dall’anfiteatro di Sezze e raggiungerà la parete di arrampicata del Centro Calabresi dove verrà proiettato un video sulle attività di Daniele Nardi.

Sezze dunque si mobilita per l’atleta 42 enne, alpinista ed esploratore, instancabile divulgatore e ambasciatore di pace che aveva il sogno di insegnare, anche nei posti più remoti,  i 33 articoli della Dichiarazione dei Diritti Umani, l’uomo che nello zaino metteva sempre l’Alta Bandiera dei Diritti Umani firmata da oltre 20.000 studenti incontrati nelle scuole del Lazio.

Il 31 marzo è prevista in sua memoria un’escursione sulla Semprevisa mentre in agosto gli sarà intitolata una delle cime come deciso dalla Compagnaia dei Lepini e dai Comuni di Sezze e Carpineto Romano.

1 Commento

1 Commento

  1. Patricia Jacquelyne Saurini

    Patricia Jacquelyne Saurini

    19 Marzo 2019 alle 22:44

    Grazie Roberta Sottoriva e noi ci saremmo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto