dal 4 marzo

Vaccini ai vulnerabili, tre canali per la presa in carico

La Regione chiarisce come e dove prenotarsi per una dose

LATINA – Nel Lazio, dopo la lunga attesa, i pazienti fragili smettono di essere invisibili e sono stati stabiliti tre canali diversi per la presa in carico, per agevolare il reclutamento. Ne dà notizia questa mattina l’Unità di Crisi della Regione Lazio spiegando che per le persone estremamente vulnerabili  – così come individuate dal piano vaccini del Ministero della Salute –  la presa in carico avverrà in primo luogo attraverso le strutture dove sono in carico per le cure e le terapie. Ma, dal 4 marzo, anche attraverso la prenotazione online su https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/welcome (immaginiamo per chi abbia terminato cure e terapie e sia in follow up ndr). La prenotazione sulla  piattaforma regionale si potrà fare se si è in possesso dei codici di esenzione per patologia.

Anche i medici di medicina generale che venerdì scorso hanno sottoscritto l’addendum all’accordo sulle vaccinazioni covid19 con la Regione Lazio per i soggetti vulnerabili, potranno prendere in carico i propri assistiti. Dal momento che l’adesione tra i medici di medicina generale nella Asl di Latina non è stata massiccia al momento, però, la prenotazione sul sito resta un sistema certo di accesso alla vaccinazione.

A questo punto un primo passo è fatto: resta da capire quando cominceranno realmente le somministrazioni.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto