Morto sul campo da basket, gli amici di Moses lo ricordano

A un mese dalla scomparsa dello studente iniziativa in memoria

CISTERNA – A poco più di un mese dalla sua improvvisa scomparsa, gli amici di Cisterna hanno ricordato Moses Kamarà, lo studente diciasettenne stroncato da un infarto mentre giocava a basket. Il comitato spontaneo Amici di Moses, in collaborazione con il Comune e l’azienda Cisterna Ambiente, hanno raggiunto il campo da gioco dove spesso si allenava, nell’area vicina all’istituto Plinio che, in attesa di essere recuperati e riqualificati attraverso i fondi del PNRR, sono interdetti al pubblico, e li hanno ripuliti.

Nei giorni scorsi sono stati messi in sicurezza i locali un tempo adibiti a spogliatoio, e così gli Amici di Moses, con l’assistenza degli operatori della Cisterna Ambiente, e la partecipazione di alcuni amministratori, hanno rimosso alcuni rifiuti e vegetazione presente nell’area dove sono stati esposti degli striscioni in ricordo del giovane scomparso.

“Abbiamo accolto con favore, seppur in maniera straordinaria essendo l’area interdetta – spiegano gli assessori Michela Mariottini (delegata all’Infanzia), Emanuela Pagnanelli (delegata alla Scuola), Andrea Santilli (delegato al decoro urbano) e il consigliere Piero Paliani – l’invito del comitato spontaneo per ricordare il loro amico Moses. La sua improvvisa scomparsa, proprio mentre praticava il suo sport preferito, ha toccato molto la nostra comunità e l’amministrazione. È ferma volontà restituire questo spazio ai nostri giovani e confidiamo nei fondi del PNRR per poterlo realizzare al più presto”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto