ROMA LATINA
Acli: “Il progetto ha una valenza decisiva per la provincia”

Shares
Un tratto della SR 148

Un tratto della SR 148

LATINA – Le ACLI provinciali di Latina accolgono con favore il dibattito tra le rappresentanze politiche del territorio sulla realizzazione della Strada Roma – Latina. Finalmente si parla con concretezza di un’opera che ha una valenza decisiva per i destini sociali, economici e culturali del Lazio. Colgono nell’attuale Governo regionale ed in molti Governi comunali la giusta vocazione al dialogo. Il Presidente provinciale delle ACLI, Maurizio Scarsella, lancia un appello per firmare un patto sociale per mettere in campo tutte le procedure per realizzare quest’opera, sbloccando i fondi. La disillusione deve essere concretamente sostituita da un “ottimismo civico” tramite un atto di adesione popolare che spinga la realizzazione di un sogno. La strada è prioritaria economicamente, ma anche socialmente, quindi è opportuna una grande alleanza tra le Istituzioni, le forze politiche, le parti sociali, il terzo settore  e la cittadinanza, che unisca le provincie in un grande comitato civico “PER LA STRADA”.  Le ACLI si sentono responsabilmente impegnate e mettono in campo la propria rete per senso di rispetto nei confronti dei lavoratori pontini e delle future generazioni. Sollecitano incontri tra tutti i soggetti per accelerare il processo di realizzazione della strada, che è una vera risposta alla crisi, con risultati immediatamente tangibili.

IALONGO – Il vice presidente della Commissione viabilità del Comune di Latina, Giorgio Ialongo, interviene nel dibattito sull’opera Roma-Latina: “Intervengo nel dibattito sulla realizzazione della Roma-Latina in quanto vice presidente della Commissione viabilità del Comune di Latina. La nostra città è direttamente interessata a questa che rappresenta un’opera di una importanza strategica fondamentale. E’ necessario che tutti lavorino per arrivare, quanto prima, all’apertura dei cantieri di un asse viario di fondamentale importanza per la crescita del nostro territorio, opera che comprende anche la realizzazione della bretella Cisterna-Valmontone per il collegamento del territorio pontino con l’autostrada. Questo sistema infrastrutturale – continua Ialongo – potrebbe finalmente consentire di valorizzare le risorse turistiche di Latina e della sua provincia, permettendo al contempo alle imprese di poter usufruire di una infrastruttura viaria capace di abbattere i costi legati alla logistica e quindi aumentare la competitività. Condivido e ringrazio la posizione del sen. Claudio Fazzone E quella del sindaco Giovanni Di Giorgi, che hanno confermato il loro impegno a livello istituzionale e la loro sensibilità nel farsi interprete di una esigenza non più rinviabile per i nostri cittadini. L’auspicio è che si possa giungere in breve tempo al completamento delle procedure e all’apertura dei cantieri”.

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto