I RISI PREPARAVANO ALTRI ATTENTATI
Incastrati dalle intercettazioni

I tre arrestati

I tre arrestati

PRIVERNO – Preparavano altri colpi Mauro, Mirko e Giovanni Risi, padre, figlio e nipote di Maenza arrestati ieri dai carabinieri per gli attentati in incendiari che hanno devastato tre aziende agricole e zootecniche della zona compresa tra Priverno e Maenza e una carrozzeria. Dalle intercettazioni telefoniche realizzate nel corso delle indagini emerge che gli arrestati, parlando in dialetto maentino, raccontano di una quantità di tritolo arrivata, da utilizzare per un altro raid, nei confronti di un altro imprenditore della zona.

Gli investigatori dell’Arma ritengono che la mente del gruppo fosse Mauro Risi, 43 anni, con precedenti per incendio, che aveva convinto figlio e nipote ad aiutarlo per far fuori la concorrenza delle aziende che dovevano conferire materiali ed energia alla vicina centrale a biogas in fase di realizzazione per  garantirsi una sorta di esclusiva. I tre arrestati saranno interrogati nelle prossime ore per l’interrogatorio di garanzia. Al momento dell’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere si sono detti stupiti e del tutto estranei ai fatti.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto