Roberto Prosseda ed Elio aprono Lievito

Al D'Annunzio musiche di Bianchi, Rossini e Verdi

Roberto ProssedaElio

LATINA – Un omaggio al tricolore nel giorno della Festa della Liberazione aprirà “Lievito”, la rassegna culturale che alla sua terza edizione propone subito due grandi artisti, fusi in un originalissimo duo: Stefano Belisari, più noto col nome d’arte di Elio, frontman del gruppo “Elio e le Storie Tese” si esibirà sul palco del teatro D’Annunzio venerdì 25 aprile (alle 21) con il pianista di Latina Roberto Prosseda. Il concerto che propone  le musiche scritte da tre importanti compositori italiani scelti non a caso, ma per i loro nomi, Bianchi, Rossini e Verdi. “Un viaggio divertente e raffinato alla ri-scoperta della storia della musica classica e dell’opera”, spiegano da Rinascita civile che promuove e organizza la rassegna. Elio e Prosseda interpreteranno tra gli altri Rigoletto e il Barbiere di Siviglia, ma anche odi musicali alla zanzara, al criceto e al porco.

IL PROGRAMMA – Il primo appuntamento di Lievito sarà domani (25 aprile) alle 17 con l’inaugurazione di “Palazzo Mad”, una gigantesca collettiva di opere d’arte contemporanea, curata da Fabio D’Achille, che coinvolge il liceo artistico di Latina. “Ex alunni ed ex professori e professori e alunni di oggi, per la prima volta insieme, mettono in mostra le proprie opere in un evento e in un momento difficile per la scuola che forma aspiranti artisti. C’è infatti in atto una grande mobilitazione contro la perdita di autonomia del liceo che, per effetto del dimensionamento scolastico, sarà accorpato dal prossimo anno al classico Dante Alighieri. Tra gli altri, Maurizio Galante metterà in mostra un pouf con il quale ha partecipato alla Biennale del design di Saint-Étienne in Francia. Espongono inoltre il noto pittore pontino ed ex alunno dell’artistico Antonio Taormina, Tommaso Andreocci con un’opera dedicata a Claudio Cintoli, un importantissimo artista che è stato anche docente dell’artistico di Latina ed Enzo Lisi, artista e ad oggi insegnante. Le opere in mostra sono oltre duecento e spaziano in tutte le più diverse forme artistiche”, anticipano da Rinascita Civile.

Palazzo M ospiterà un’altra inaugurazione alle 17.30, quella della mostra fotografica “Angolo della Maratona – Roberto Lazzeri” a cura di Stefania Cavalcanti e Andrea Giansanti e con esposti scatti firmati da Giangiacomo Montemurro.
Marella Montemurro1Alle 17.45 ci si sposta al D’Annunzio per ascoltare nel foyer del teatro comunale la voce di Marella Montemurro che, accompagnata da Fabio Pedone alla chitarra, interpreterà un “Omaggio a Francesco Di Giacomo” per ricordare il cantante del Banco del Mutuo Soccorso recentemente scomparso, voce tra le più caratteristiche del rock italiano. Seguirà il concerto “Chiedo scusa se parlo di Maria” del coro “D’altro canto, nonostante tutto”. Il gruppo vocale, diretto da Paola Salvezza, sarà accompagnato da Marco Russo al pianoforte e da Melania Maccaferri voce recitante.
Prima dello spettacolo di Elio e Prosseda ci sarà modo di rifocillarsi con una degustazione offerta dall’azienda Casale del Giglio e un buffet preparato dall’enoteca Assunta.

FINESTRA SUL LAVOO – Come anticipato alla conferenza stampa di presentazione, Lievito quest’anno ha voluto aprire una finestra sul mondo del lavoro condividendo le giornate della rassegna con gruppi di lavoratori di aziende pontine in difficoltà o fallite. Nella giornata di apertura di venerdì saranno coinvolti alcuni giornalisti del quotidiano La Provincia rimasti senza un’occupazione e con mesi di arretrato ancora non pagati dopo la chiusura dell’edizione di Latina del giornale.

Il costo del biglietto per assistere al concerto del duo Elio-Prosseda è di 20 euro, 15 il ridotto per chi ha meno di 24 anni e per età superiore ai 65.

Informazioni e aggiornamenti sugli eventi in programma sono disponibili sul sito www.lievito.org

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto