Campagna LILT Nastro Rosa, record di adesioni

lilt foto

LATINA –  Il messaggio lanciato dalla Lilt di Latina in occasione di “Nastro Rosa”, campagna mondiale di sensibilizzazione contro il tumore al seno e l’appello rivolto a tutti i livelli istituzionali, alle associazioni e ai cittadini hanno fatto registrare un record di adesioni.

L’invito è stato infatti raccolto da tutti i 33 Comuni della provincia – unico caso in Italia insieme alla provincia di Trento – i cui sindaci hanno deciso di illuminare di rosa un edificio o un monumento della propria città. Si va dalla Torre comunale di Latina al Tempio di Ercole di Cori passando per il Tempio di Giove di Terracina, la Torre civica di Gaeta, la Torre comunale di Sabaudia, la Loggia dei Mercanti di Sermoneta, il Torrione di Bassiano, la fontana di piazza Roma ad Aprilia, il Castellone di Formia che per tutto il mese di ottobre ricorderanno l’importanza della prevenzione nella battaglia contro il tumore al seno.

Hanno inoltre aderito alla campagna l’Ente Parco del Circeo, il Comando provinciale della Guardia di Finanza e le nove Compagnie territoriali, il Provveditorato agli Studi, l’Avis provinciale, lo Spi Cgil – che ha affisso uno striscione rosa all’esterno delle proprie sedi – il consigliere regionale Enrico Forte, e alcune emittenti radiofoniche tra cui Radio Luna. «Siamo più che entusiasti del risultato raggiunto – sottolinea il presidente della Lilt pontina Alessandro Rossi – anche perché questo record di adesioni colloca Latina ai vertici della Lilt nazionale. L’avere raccolto il consenso di tutte le amministrazioni comunali e di tutti gli altri soggetti, istituzionali e non, per noi significa che il messaggio che da anni veicoliamo potrà raggiungere la popolazione dell’intera provincia pontina e che il lavoro portato quotidianamente avanti dalla Lilt in materia di prevenzione avrà un ulteriore supporto».

La Lilt ricorda che è ancora possibile aderire inviando una mail al sito latina.lilt@gmail.com con scritto “Adesione Campagna Nastro Rosa 2014”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto