Sigillano i contatori, condannati due utenti di Acqualatina

contatoreLATINA – Volevano impedire l’accesso al contatore dei tecnici di Acqualatina per evitare la lettura, sono stati condannati dal Tribunale di Latina a pagare le spese processuali per una somma di 1440 euro ciascuno, due utenti del servizio idrico dell’Ato 4, cui il giudice ha ordinato anche la rimozione del lucchetto, riconoscendo al gestore il diritto ad essere reintegrato nel possesso del contatore.

Il giudizio era stato promosso da Acqualatina dopo che i due utenti, per eludere la verifica dei consumi, avevano reso inaccessibile il contatore facendo realizzare introno all’apparecchio una nicchia chiusa con lucchetto. Acqualatina ha chiesto, così, la reintegrazione del possesso del contatore. “Il Tribunale, dopo aver esaminato i fatti – si legge in una nota del gestore –  ha condannato gli utenti. È spiacevole dover constatare, ancora una volta, che quella legale è l’unica via da seguire per vedere tutelate le nostre ragioni. Tuttavia, è nostro dovere, nonché atto dovuto nei confronti di tutti gli Utenti che corrispondo regolarmente il dovuto, contrastare il grave fenomeno della morosità che, nella zona nord dell’Ato4, mi preme ricordarlo, raggiunge livelli di eccezionalità”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto