terracina

Coppia raggira un’anziana e tenta di rubarle in casa, il vicino chiama il 113

Furto sventato, i due avevano agito con lo stesso modus operandi in tutta Italia. Si fingevano addetti Inps

POLIZIATERRACINA – Una coppia di Roma è stata arrestata questa mattina dalla polizia di Terracina dopo aver tentato un furto in casa di una anziana, un colpo sventato grazie alla tempestiva chiamata di un vicino al 113.

I due, C.F. di anni 46 e B.N. di anni 20, rispettivamente donna e uomo, hanno scelto accuratamente la propria vittima,  un’anziana signora, che avevano visto fuori al cortile di un’abitazione in zona “Delibera”.

L’uomo è rimasto in macchina, mentre la donna ha avvicinato l’anziana signora presentandosi come un’addetta dell’Inps incaricata di verificare che le fosse stato accreditato l’arretrato della pensione. Con tecniche ben congegnate e collaudate la donna è riuscita a fidelizzare la propria vittima sino al punto da riuscire a continuare la conversazione all’interno dell’abitazione. Una volta in casa la truffatrice ha chiesto all’anziana di esibirle la documentazione dell’Inps in suo possesso e successivamente di verificare le esenzioni ai ticket del servizio sanitario nazionale facendole anche richiesta di quali farmaci assumesse. La vittima occupata a cercare tutti i documenti non si è accorta che la donna stava per derubarla del denaro contante e degli oggetti di valore presenti in casa.

Grazie alla segnalazione al 113, da parte di un vicino che aveva notato la macchina transitare più volte con fare sospetto, la Volante è riuscita ad arrivare in tempo. La donna alla vista degli agenti è scappata tentando la fuga con il complice. Raggiunti dai poliziotti la coppia è stata fermata e controllata.

Dagli accertamenti svolti della Squadra Anticrimine è emerso che i due avevano numerosi precedenti dello stesso tipo perpetrati con analogo modus operandi in varie città d’Italia. Denunciati per tentato furto aggravato in concorso, nei loro confronti è stato emesso anche  foglio di via obbligatorio con rimpatrio e divieto di ritorno nel Comune di Terracina. Al momento sono in corso ulteriori indagini per verificare se i due abbiamo compiuto gli stessi reati negli ultimi giorni in altre città.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto