dopo i lavori

Fornelli finalmente accesi al San Benedetto di Latina: si parte con enogastronomia e pasticceria

32 fuochi, 4 piastre elettriche, forni computerizzati, impastatrice e abbattitore di temperatura la dotazione

cucine san benedetto

Aspiranti cuochi al San Benedetto

LATINA – Si sono riaccesi finalmente i fuochi delle cucine dell’indirizzo alberghiero dell’Istituto San Benedetto di Latina con due laboratori di enogastronomia e uno di pasticceria. “Nei giorni scorsi, il dirigente scolastico Vincenzo Lifranchi ha riaperto agli studenti le porte della struttura che la Provincia ha messo a norma rinnovando completamente le attrezzature”, comunicano in una nota dalla scuola.

Trentadue fuochi, 4 piastre elettriche, forni computerizzati, impastatrice, abbattitore di temperatura e spazi che possono accogliere  fino a 4 classi contemporaneamente: sono le nuove cucine dell’istituto dove gli allievi cuochi lavorano guidati da sette insegnanti tecnico-pratici di cucina, da tre tecnici di laboratorio, un magazziniere, due collaboratori scolastici.

Soddisfatto il dirigente Lifranchi: “Un importante obiettivo raggiunto” ha commentato. “Finalmente – aggiunge il professor Adriano Pio Baglieri, da anni in servizio al “San Benedetto”  – possiamo tornare a lavorare sul campo con attrezzature all’avanguardia che ci consentiranno di fare il salto di qualità che tutti attendevamo. I ragazzi sono entusiasti, e noi con loro”. Sulla stessa lunghezza d’onda Daniele Cardinale, un altro dei cuochi del “San Benedetto”: “Nella mia carriera di docente ho girato tanto e posso dire che con queste nuove attrezzature siamo all’avanguardia in tutta la regione”.

Grazie alle nuove attrezzature  studenti e docenti dell’indirizzo alberghiero hanno potuto essere protagonisti di tre recenti: il ricevimento delle ambasciate straniere ospiti dell’aeroporto “Comani” per conto dello Stato Maggiore della Difesa; l’ottava edizione del Chocoday, la festa del cioccolato che si è tenuta a Norma;  e, infine,  l’Mps Cooking Factor, talent in cui otto istituti alberghieri si sfidano per il titolo di migliore scuola di cucina d’Italia.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto